Fabio

About Fabio Zocchi

This author has not yet filled in any details.
So far Fabio Zocchi has created 327 blog entries.

Air China e Sichuan Airlines prendono in consegna i loro primi A350-900

Air China ha preso oggi in consegna a Tolosa il suo primo  Airbus A350-900. La compagnia di bandiera è il primo cliente della Cina continentale ad aver ordinato e preso possesso del bimotore widebody più innovativo ed efficiente al mondo.

Dotato di motori Trent XWB di Rolls-Royce, l’A350-900 di Air China ha una comoda configurazione a tre classi con 312 poltrone: 32 in Classe Business, 24 in Premium Economy e 256 in Economy. Il vettore opererà inizialmente il nuovo aeromobile sulle rotte domestiche, e successivamente sulle destinazioni internazionali.

A luglio 2018 Air China operava una flotta di 201 aeromobili Airbus, di cui 142 aeromobili della Famiglia A320 e 59 della Famiglia A330.

Sichuan Airlines, il vettore con più grande flotta di aeromobili Airbus in Cina, ha preso oggi in consegna a Tolosa il suo primo A350-900 in leasing da AerCap, diventando così il primo operatore della Cina continentale che, via leasing, ha preso in consegna il bimotore widebody più innovativo ed efficiente al mondo.

Dotato di motori Trent XWB di Rolls-Royce, l’A350-900 di Sichuan Airlines ha una comoda configurazione a tre classi con 331 poltrone: 28 in Classe Business e 303 in Economy. Il vettore opererà inizialmente il nuovo aeromobile sulle rotte domestiche, e successivamente sulle proprie destinazioni “Panda Routes” internazionali.

Sichuan Airlines opera una flotta di soli Airbus costituita da 135 aeromobili, di cui 123 della Famiglia A320 e 12 della Famiglia A330. La partnership con Airbus risale al 1995 quando il vettore integrò nella propria flotta l’A320, diventando così il primo vettore a operare un aeromobile Airbus dotato del sistema fly-by-wire nella Cina continentale. È stato anche il primo operatore a prendere in consegna un aeromobile della Famiglia A320 assemblato a Tianjin. Nel 2010 Sichuan Airlines ha ricevuto il suo primo A330, nel 2016 ha siglato una Lettera d’Intenti per il leasing di quattro A350-900 e nel 2018 ha siglato un accordo con Airbus per ordinare dieci A350-900.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-08-09T12:46:28+00:00 9 agosto 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Invito a tutti gli associati all’incontro a Cuirone di Vergiate

In occasione del 50° anniversario del disastro aereo accaduto a Cuirone, l’Associazione Aeroporti Lombardi promuove un breve incontro ed un momento di raccoglimento in memoria dei caduti e per onorare tutti coloro che, equipaggio, soccorritori e abitanti tutti, sono stati coinvolti nel tragico evento.

Il ritrovo è per giovedì 2 Agosto alle ore 19 presso la targa con i nomi dei caduti all’esterno della Chiesa San Materno in Cuirone.

Anche i nostri Associati sono invitati a questo incontro per ricordare uno dei più gravi incidenti aerei della nostra zona.

Rimandiamo al sito dell’Associazione Aeroporti Lombardi un racconto di quello che successe il pomeriggio del 2 Agosto del 1968.

By | 2018-08-02T06:06:26+00:00 2 agosto 2018|Air News, Avvisi agli associati|

Il primo Airbus A350 XWB Ultra Long Range esce dalla verniciatura

Il primo Airbus A350 XWB Ultra Long Range, che sarà consegnato al cliente di lancio Singapore Airlines, ha completato la fase di verniciatura e si è mostrato nella caratteristica livrea del vettore. Attualmente in uno stadio di produzione avanzato, l’aeromobile sarà sottoposto a ulteriori test prima di essere consegnato al vettore, nel corso dei prossimi mesi.

Singapore Airlines ha ordinato sette aeromobili A350-900 Ultra Long Range, tutti attualmente in diversi stadi di assemblaggio. Il primo aeromobile ad aver preso il volo ha completato con successo il programma di test, incentrato anche sul nuovo sistema di alimentazione. All’interno dell’aeromobile, la cabina è attualmente in fase di allestimento.

Il vettore opererà l’aeromobile per effettuare i servizi non stop fra Singapore e gli Stati Uniti. Fra questi, il volo che collegherà Singapore e New York, vale a dire il volo di linea più lungo al mondo, oltre alla tratta fra Los Angeles e San Francisco.

La versione Ultra Long Range dell’A350-900, l’ultima variante della popolare Famiglia A350 XWB, avrà una maggiore autonomia, fino a 9.700 mn. Questo risultato è stato raggiunto grazie a una modifica del sistema di alimentazione, che ha portato a un incremento della capienza dei serbatoi di 24.000 litri senza bisogno di aggiungere ulteriori serbatoi.

Con un peso massimo al decollo (MTOW) pari a 280 tonnellate, l’A350 Ultra Long Range è in grado di volare non stop per oltre 20 ore, combinando i più elevati livelli di confort per passeggeri ed equipaggio con un’efficienza operativa senza pari su queste distanze.

A fine giugno 2018 Airbus ha registrato un totale di 882 ordini fermi per l’A350 XWB da parte di 46 clienti nel mondo, che lo hanno già decretato come uno degli aeromobili widebody di maggiore successo di sempre.

Singapore Airlines è uno dei più importanti clienti della Famiglia A350 XWB, con ordini per un totale di 67 A350-900, di cui sette modelli Ultra Long Range. Al vettore sono già stati consegnati 21 A350-900.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-08-01T07:00:41+00:00 1 agosto 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Il primo BelugaXL ha effettuato con successo il suo primo volo

Il primo dei cinque BelugaXL di Airbus è atterrato oggi a Tolosa-Blagnac alle 14:41, ora locale, dopo aver effettuato con successo il suo primo volo della durata di 4 ore e 11 minuti, sorvolando il sud-ovest della Francia.

All’interno del cockpit, l’equipaggio che ha portato a termine il volo era composto dal comandante di bordo, Christophe Cail, dal copilota, Bernando Saez-Benito Hernandez, e dall’ingegnere per i test di volo Jean Michel Pin. Nel corso del volo, Laurent Lapierre e Philippe Foucault hanno monitorato i sistemi e le performance dell’aeromobile in tempo reale dalla stazione per le prove di volo posizionata all’interno dell’aeromobile stesso.

Dopo il primo volo, il BelugaXL sarà oggetto di un programma di test di volo di 600 ore circa da effettuarsi nell’arco di 10 mesi e finalizzato all’ottenimento della Certificazione di Tipo. L’entrata in servizio è prevista nel corso del 2019.

Il programma BelugaXL è stato avviato nel novembre 2014 con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di capacità di trasporto di Airbus in vista dell’incremento della produzione dell’A350 XWB e del potenziamento della produzione degli aeromobili a corridoio singolo. Cinque aeromobili saranno prodotti dal 2019 al 2023 per sostituire progressivamente i cinque BelugaST.

L’aeromobile sarà utilizzato su 11 destinazioni per trasportare i componenti di grande dimensione degli aeromobili Airbus.

Derivato dall’A330-200 Freighter (la versione cargo), il BelugaXL è dotato di motori Trent 700 di Rolls Royce. Il cockpit è stato abbassato, mentre la struttura della stiva, la parte posteriore e la coda sono state rinnovate, insieme ai fornitori, e conferiscono a questo aeromobile il suo look distintivo.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-07-19T21:41:25+00:00 19 luglio 2018|Air News, Costruttori|

Salone di Farnborough: la situazione di ordini e impegni di Boeing

Dopo la situazione ordini relativa al costruttore europeo Airbus, eccoci a esporre gli ordini e le lettere d’intenti per il costruttore americano Boeing.


Boeing e Jackson Square Aviation (JSA) annunciano che la compagnia di leasing ha effettuato il suo primo ordine diretto da un produttore per 30 aerei 737 MAX, riflettendo così l’evoluzione del business del lessor di aerei e la sua fiducia nel mercato per i 737 MAX.

Le due aziende hanno rivelato l’accordo da 3,5 miliardi di dollari – agli attuali prezzi di listino – durante la cerimonia di firma al Farnborough International Airshow 2018. L’ordine rappresenta il 100° cliente del programma 737 MAX.

“L’ordine odierno rappresenta un momento emozionante nella storia di Jackson Square Aviation”, ha commentato Toby Bright, CEO di JSA. “Siamo entusiasti di diventare un partner full-service per le nostre compagnie aeree clienti attraverso l’espansione della nostra flotta di 737 MAX, nel momento in cui la domanda globale per aerei narrow-body continua a salire. Il MAX sta diventando velocemente una parte importante del nostro portfolio e non vediamo l’ora di offrire questo aereo moderno, a basso consumo ed efficiente alle compagnie in tutto il mondo. Abbiamo valutato con attenzione quanto gli ordini ipotetici possano rafforzare il nostro modello di business a lungo termine e questa transazione rappresenta il passo successivo in questo sviluppo”.

Sin dalla sua fondazione nel 2010, JSA, basata a San Francisco, è cresciuta costantemente grazie all’acquisto di nuovi aerei tecnologici da parte di compagnie aeree in tutto il mondo, attraverso il finanziamento sale-leaseback e gli accordi  finanziari di pagamento pre-consegna. Il modello stabile è stato utile a JSA visto che ha realizzato un portfolio di oltre 180 aerei con termini di leasing lunghi e bilanciati, con 49 clienti in 27 Paesi.

“Siamo orgogliosi di supportare questo importante accordo tra JSA e Boeing”, ha dichiarato Naoki Sato, il managing executive officer di Mitsubishi UFJ Lease & Finance Company (MUL) e presidente di Jackson Square Aviation. “Questo ordine riflette la nostra solida fiducia nella continua crescita del settore aeronautico e nella leadership di JSA”.

“Jackson Square Aviation ha raggiunto livelli significativi da quando è stata costituita, finanziando oltre 100 aerei Boeing. Siamo orgogliosi di essere stati loro partner e siamo estremamente onorati che JSA abbia scelto di espandere il suo business sulle ali del 737 MAX”, ha dichiarato Ihssane Mounir, senior vice president, Commercial Sales & Marketing di The Boeing Company. “Il 737 MAX è l’aereo migliore nel segmento single-aisle. Garantirà ai clienti di JSA un’eccezionale efficienza, un range potenziato e un’affidabilità senza pari”.

JSA ha scelto il 737 MAX 8, che offre da 162 a 178 posti a sedere in una configurazione standard a due classi e vola fino a 3.550 miglia nautiche, consentendo al tempo stesso un risparmio di carburante maggiore del 14% rispetto al suo predecessore.


Boeing e United Airlines hanno annunciato che il vettore ha esteso il proprio impegno al programma 787 Dreamliner con un ulteriore ordine per altri quattro aerei 787-9. L’accordo, valutato a circa $ 1,1 miliardi a prezzi di listino, è stato finalizzato quest’anno ed è stato elencato come non identificato sul sito web Boeing’s Orders & Deliveries.

“Questi nuovi 787 sono un altro passo verso la nostra strategia di modernizzazione della flotta e continueremo a lanciare nuovi ordini in futuro mentre implementiamo il nostro piano di flotta globale”, ha dichiarato Gerry Laderman, Senior Vice President of Finance e CFO di United. “Il 787 ci consente di fornire ai nostri clienti un’esperienza a bordo leader nel settore e continua ad essere una parte vitale della nostra flotta”.

Il 787-9 è il Dreamliner a più lunga portata con la capacità di volare fino a 7.635 miglia nautiche (14.140 chilometri), mentre utilizza il 20 percento in meno di emissioni rispetto agli aerei di vecchia generazione. Nella configurazione a tre classi di United, il 787-9 disporrà di circa 250 posti a sedere per i passeggeri. Il vettore con sede a Chicago gestisce anche il più piccolo 787-8 e sarà il cliente di lancio nordamericano del più grande 787-10.

United Airlines è una delle principali compagnie aeree al mondo che ha sfruttato appieno la gamma superiore e l’efficienza nei consumi del Dreamliner, utilizzando il 787 su alcune delle rotte più lunghe, come ad esempio da Houston a Sydney e da San Francisco a Singapore. In totale, la famiglia 787 Dreamliner ha reso possibile oltre 180 nuove rotte non-stop.

“Non esiste convalida migliore da parte di un cliente di un acquisto ripetuto. Siamo lieti che una compagnia aerea leader come United Airlines abbia effettuato un altro ordine per il 787 Dreamliner. La loro fiducia nel 787 conferma le capacità impareggiabili dell’aereo”, ha dichiarato Ihssane Mounir, senior vice president of Commercial Sales & Marketing di The Boeing Company. “Non vediamo l’ora di consegnare altri Dreamliner a United per molti anni a venire”.

Con questo ultimo acquisto, United Airlines ha ordinato 55 aerei 787 Dreamliner. Quasi la metà dei clienti del 787 ha effettuato ulteriori ordini per l’aereo.


Boeing ha annunciato ordini per 19 777 Freighter a Qatar Airways e DHL, al debutto del Farnborough International Airshow 2018.

Qatar Airways ha finalizzato un ordine per cinque 777 Freighter durante il Farnborough International Airshow 2018. L’accordo, valutato a $ 1,7 miliardi a prezzi di listino, è stato annunciato come impegno ad aprile.

Qatar Airways, una delle principali compagnie cargo al mondo, gestisce una flotta di 13 777 Freighter e due 747-8 Freighter. Con questo ultimo ordine, la compagnia aerea è destinata a far crescere la sua flotta di Boeing Freighter a oltre 20 aerei.

Qatar Airways utilizza anche Boeing Global Services per migliorare la sua offerta ai clienti. La compagnia aerea utilizza servizi come il Maintenance Performance Toolbox, l’Airplane Health Management e soluzioni di flight deck, tutte offerte da Boeing AnalytX.

DHL, la principale compagnia di trasporto internazionale di merci e contratti logistici, ha effettuato un ordine per 14 Boeing 777 Freighter e ha acquistato i diritti per 7 ulteriori  freighter.

L’accordo da 4,7 miliardi di dollari, a prezzi di listino, è stato presentato all’apertura del Farnborough International Airshow 2018. Parte dell’ordine era stata precedentemente inserita come non identificata sul sito web Boeing’s Orders & Deliveries. Quando l’intero ordine sarà concluso, apparirà anche sul sito web.

La domanda globale cargo è cresciuta di quasi il 10 percento lo scorso anno. Ad esempio, l’espansione delle vendite transfrontaliere di e-commerce aumenterà a $ 4.48 trilioni entro il 2021, il che significa una crescita del 19,2 per cento all’anno. L’investimento di DHL per i 777 Freighter è una risposta diretta alla crescente domanda di global express capacity.


Boeing e TAROM (Romanian Air Transport), la compagnia aerea nazionale della Romania, hanno annunciato oggi la firma di un ordine per cinque 737 MAX 8. L’ordine da 586 milioni di dollari, agli attuali prezzi di listino, era stato inserito precedentemente come non identificato sul sito Boeing – Orders & Deliveries.

“È un momento emozionante per TAROM, visto che stiamo aggiornando la nostra flotta e stringendo solide partnership di cui beneficeranno tutti i nostri passeggeri”, ha commentato Wolff Werner-Wilhelm, CEO  di TAROM Airlines. “Il 737 MAX fornirà ai clienti delle prestazioni eccezionali, affidabilità ed efficienza, con un range esteso che ci consentirà di servire meglio le nostre attuali rotte e di aprire nuovi mercati. Questa nuova acquisizione rappresenta una reale dichiarazione della svolta di TAROM”.

Il 737 MAX 8 incorpora la più recente tecnologia di motori CFM International LEAP-1B, le Advanced Technology winglets e altri miglioramenti per offrire la massima efficienza e l’affidabilità nel mercato degli aerei single aisle. L’aereo presenta inoltre il Boeing Sky Interior, con le sue cappelliere più ampie e altri comfort che migliorano l’esperienza dei passeggeri.

“Siamo felici che TAROM si unisca alla famiglia MAX 737 mentre amplia la sua flotta ed espande il network”, ha dichiarato Ihssane Mounir, senior vice president of Commercial Sales & Marketing di The Boeing Company. “Il MAX 8, in combinazione con il supporto del nostro team di Boeing Global Services, permetterà a TAROM di offrire un’esperienza eccezionale ai passeggeri, massimizzando al contempo i ricavi potenziali con il miglior costo per posto a sedere dell’industria”.

Oltre all’acquisizione degli aerei, TAROM acquisterà un programma landing gear exchange da Boeing Global Services insieme alla dotazione della sua flotta di 737 Next-Generation del Maintenance Performance Toolbox, una soluzione online di gestione della documentazione tecnica, che aiuta gli equipaggi di Engineering and Maintenances a funzionare in maniera efficiente e a conservare la documentazione.


Pioggia di ordini per la famiglia 737 MAX di Boeing nel primo giorno del salone di Farnborough. Jet Airways ha effetuato un ordine – valutato 8,8 miliardi di dollari a prezzi di listino – per 75 aerei 737 MAX 8.

Jet Airways è la seconda compagnia aerea indiana con una flotta di quasi 120 aerei che servono più di 60 destinazioni in 15 paesi in Asia, Europa e Nord America.

Inoltre, Boeing e GOL Airlines hanno annunciato che la compagnia brasiliana aggiungerà alla flotta il nuovo e più grande membro della famiglia 737 MAX con un nuovo contratto che converte l’ordine per 30 MAX con il nuovissimo 737 MAX 10.

GOL ha inoltre emesso un nuovo ordine per altri 15 aerei MAX 8, aumentando gli ordini totali di MAX da parte di GOL a 135. La compagnia aerea brasiliana afferma che questi aerei avanzati aiuteranno GOL a soddisfare il proprio impegno per migliorare ulteriormente l’efficienza operativa, pilotando una flotta giovane, moderna e sicura.

Il 737 MAX 10 consentirà a GOL di ospitare comodamente 30 passeggeri in più rispetto al suo 737 MAX 8, che può ospitare fino a 186 passeggeri nella configurazione della compagnia aerea. La capacità aggiuntiva fornirà a GOL una maggiore flessibilità e un vantaggio competitivo in termini di costi, poiché il MAX 10 avrà il costo più basso per posto a sedere di qualsiasi aereo single-aisle sul mercato.

GOL ha preso in consegna il suo primo aereo 737 MAX il mese scorso, dando il via a un rinnovo della flotta che continuerà fino al 2028. L’operatore all-Boeing sarà il più grande operatore MAX in America Latina.


Boeing, Volga-Dnepr Group e CargoLogicHolding hanno firmato oggi un pacchetto di accordi che ottimizzeranno ulteriormente la flotta aerea dei leader del trasporto cargo e le operazioni globali. Gli accordi, annunciati durante il Farnborough International Airshow 2018, includono una lettera di intenti per l’acquisizione di 29 Boeing 777 Freighter, la conferma di un ordine per cinque Boeing 747-8 Freighter e l’acquisizione di soluzioni per l’equipaggio, oltre a un accordo per lavorare insieme su progetti freighter futuri.

“Questo è un giorno molto significativo nella storia della nostra azienda: con questo pacchetto di accordi, faremo crescere il nostro business con l’unico e ineguagliato 747-8 Freighter e apriremo nuove opportunità di mercato con il 777 Freighter, il cargo jet bimotore più lungo al mondo”, ha dichiarato Alexey Isaykin, presidente del gruppo Volga-Dnepr e presidente di CargoLogicHolding. “Lavoreremo con Boeing per sviluppare nuove soluzioni cargo che ci consentiranno di continuare a soddisfare le esigenze uniche e in rapida evoluzione dei nostri clienti globali”.

Il gruppo Volga-Dnepr è tra i più grandi operatori del  Boeing 747 Freighter al mondo. Il Gruppo, le sue controllate e i suoi partner strategici hanno sfruttato le eccezionali capacità di cargo-loading e cargo-carrying dell’aereo per costruire una rete globale senza confronti per il trasporto di carichi eccezionali, di grandi dimensioni e heavy cargo. Volga-Dnepr ha dichiarato di voler aggiungere altri 747-8 Freighter alla sua flotta e ha affermato l’impegno ad acquistare altri cinque jet valutati $2 miliardi a prezzi di listino.

“Crediamo fermamente nel 747-8 Freighter, è un aereo molto speciale, lo pilotiamo ogni giorno e capiamo perché gli operatori di tutto il mondo ne vogliono altri”, ha affermato Isaykin.

Mentre il Gruppo e i suoi partner hanno in gran parte costruito la propria attività su grandi freighter quadrimotore, ora il Gruppo prevede di espandere le sue future opzioni di flotta con l’impegno per il bimotore 777 Freighter.

CargoLogicHolding intende ordinare 29 Boeing 777 Freighter, del valore di $9,8 miliardi a prezzi di listino. Il range impareggiabile dell’aereo e la notevole capacità di carico promettono di aprire importanti opportunità di crescita.

“CargoLogicAir, parte di CargoLogicHolding, ha iniziato la propria attività operando voli di linea e charter con il Boeing 747 da e verso il Regno Unito. Siamo entusiasti di estendere la rete utilizzando una gamma di aerei della famiglia Boeing tra cui i Boeing 747-8F, 777F, 767F e i 737-800BCF”, ha aggiunto il Mr. Isaykin.

Il pacchetto di accordi prevede anche l’impegno di entrambe le società a esplorare altre soluzioni cargo, come i nuovi 767 Freighter o il 737-800 Boeing Converted Freighter.

Con la ripresa del mercato del trasporto aereo cargo –  la domanda è cresciuta di quasi il 10% lo scorso anno – Boeing ha registrato un forte aumento di interesse per i jet cargo. Quest’anno Boeing ha registrato più di 100 ordini e impegni per la produzione e la conversione dei freighter.

“Siamo estremamente onorati che Volga-Dnepr Group e CargoLogicHolding abbiano ancora una volta riposto la loro fiducia nella famiglia freighter di Boeing per portare avanti le loro attività nel futuro. Non vediamo l’ora di espandere il nostro rapporto con i nostri grandi partner e consegnare loro nuovi freighter per molti anni a venire”, ha dichiarato Kevin McAllister, Presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes.


Boeing e VietJet hanno siglato oggi un Memorandum of Understanding al Salone di Farnborough per altri 100 737 MAX. L’accordo, che comprende 80 737 MAX e 20 737 MAX 8, è valutato a oltre 12,7 miliardi di dollari agli attuali prezzi di listino.

Il vettore low-cost vietnamita diventerà il maggiore cliente del MAX 10 in Asia una volta che l’accordo sarà concluso. VietJet intende sfruttare la capacità aggiuntiva del MAX 10 per soddisfare l’impennata della domanda sulle rotte nazionali ad alta densità, così come sulle destinazioni popolari in tutta l’Asia.

“Siamo emozionati nell’introdurre il più recente Boeing 737 MAX nella nostra flotta in rapida crescita. Questi nuovi aerei si adatteranno perfettamente alla nostra strategia di crescita, garantendo l’efficienza e il range che consentiranno a VietJet di espandere il suo network di rotte e di offrire più destinazioni internazionali ai nostri clienti, oltre ad ampliare le alleanze nell’Asia-Pacifico, il mercato aeronautico a crescita più rapida al mondo”, ha commentato Madam Nguyễn Thị Phương Thảo, Presidente e CEO di VietJet.

Boeing, come parte dell’accordo, sarebbe in partnership con VietJet per rafforzare l’expertise tecnica e ingegneristica e la formazione dei piloti e dei tecnici in Vietnam, supportando così lo sviluppo futuro dell’ecosistema dell’aviazione commerciale nel Paese in crescita. Boeing inoltre aiuterà VietJet a migliorare le capacità di management della compagnia aerea e del Paese.

Nel 2016, VietJet aveva concluso un ordine per 100 aerei 737 MAX 8 high-capacity, che ha rappresentato il più grande acquisto singolo di aerei commerciali di sempre dell’aviazione vietnamita.

“Siamo onorati di approfondire ulteriormente la nostra solida partnership con VietJet, soprattutto ora che la compagnia diventa il nostro più recente cliente del 737 MAX 10. L’accordo odierno per un ordine ripetuto da parte di VietJet convalida le migliori capacità della famiglia di aerei 737 MAX”, ha commentato Kevin McAllister, presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes. “Con questo accordo, facciamo un ulteriore passo avanti nella crescita della nostra partnership con VietJet, cosa che continua a contribuire alla relazione commerciale tra il Vietnam e gli Stati Uniti. Inoltre, la presenza di Boeing e le partnership in tutta l’Asia si espanderanno, sviluppando relazioni vantaggiose per tutti in un Paese con un eccezionale potenziale di sviluppo”.

(tratto da Boeingitaly.it)

By | 2018-07-18T20:38:53+00:00 18 luglio 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Salone di Farnborough: la situazione di ordini e impegni di Airbus

Dal 16 luglio si è aperto il Farnborough International Airshow, tradizionale vetrina per appassionati e aziende. Facciamo il punto sugli ordini e sugli impegni del costruttore europeo.


Goshawk Aviation Limited, la joint venture paritetica fra NWS Holding Limited, il conglomerato con base a Hong Kong, e Chow Tai Fook Enterprises Limited, ha siglato un ordine fermo per 20 A320neo.

Goshawk Aviation, con base a Dublino, possiede e gestisce una flotta dedicata di oltre 220 aeromobili, compreso questo ordine diretto con Airbus. Goshawk ha in portafoglio oltre 120 aeromobili Airbus (Famiglia A320 inclusa la versione NEO, Famiglia A330 inclusa la versione Neo, e A350-900) e l’ordine per gli A320neo rafforza l’attrattiva della famiglia a corridoio singolo più venduta al mondo. La selezione della motorizzazione verrà comunicata in una data successiva.


Airbus ha annunciato la sigla di una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) con una società di leasing leader a livello globale per 80 aeromobili della Famiglia A320neo. L’accordo rafforza l’interesse nei confronti della Famiglia a corridoio singolo più venduta al mondo da parte delle società di leasing aeronautico.

La selezione della motorizzazione sarà comunicata in una fase successiva.


Una affiliata di Macquarie AirFinance Group Limited, società interamente controllata da Macquarie Group Limited e quotata in Borsa in Australia, ha siglato un ordine fermo per 20 aeromobili A320neo, che vanno ad aggiungersi al portafoglio già esistente di 119 aeromobili Airbus (110 della Famiglia A320 e nove A330). Questo ordine, il loro primo per l’A320neo, fa di Macquarie AirFinance Group il più recente cliente per questo tipo di aeromobile e rafforza ulteriormente l’attrattiva della Famiglia a corridoio singolo più venduta al mondo. La selezione della motorizzazione sarà comunicata successivamente. 

Macquarie è una delle più grandi società di leasing di Airbus nel mondo con clienti a livello globale, in particolare nell’area Asia-Pacifico, in Europa e nelle Americhe.


SalamAir, il primo vettore low-cost dell’Oman, ha siglato un accordo per aggiungere sei nuovi aeromobili A320neo alla propria flotta, cinque dei quali in leasing da una società di leasing non specificata.

SalamAir è di proprietà di Muscat National Development and Investment Company (ASAAS) e di altri investitori privati dell’Oman. Il vettore ha iniziato a operare il 30 gennaio 2017 e attualmente opera quasi 120 voli settimanali verso 14 destinazioni, sia regionali che globali. SalamAir, che opera unicamente aeromobili Airbus, conta attualmente una flotta di tre aeromobili A320ceo.

La nova flotta sosterrà i piani del vettore low-cost finalizzati a incrementare la connettività fra le rotte più popolari ma servite in maniera insufficiente di breve e medio raggio.


Un cliente il cui nome non è stato rivelato ha firmato un accordo per l’acquisto di otto A350-900.

La Famiglia A350 XWB di Airbus è la nuovissima famiglia di aeromobili widebody di media dimensione per il lungo raggio che darà forma al futuro dei viaggi aerei. L’A350 XWB è caratterizzato dal più avanzato design aerodinamico, fusoliera e ali in fibra di carbonio e nuovi motori Rolls-Royce Trent XWB estremamente efficienti in termini di consumi. Insieme, queste tecnologie si traducono in livelli di efficienza operativa senza pari, con una riduzione del 25% dei consumi di carburante e delle emissioni di CO2 e costi di manutenzione significativamente più bassi.


Un cliente ha siglato una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) per 25 A321neo e 75 A320neo. L’accordo, per un totale di 100 ulteriori aeromobili della Famiglia A320neo, va ad aggiungersi agli ordini già esistenti per questa tipologia di aeromobili.

La selezione della motorizzazione sarà comunicata in una fase successiva.


Peach Aviation diventerà il primo operatore asiatico dell’Airbus A321LR a seguito della conversione di un ordine preesistente per due aeromobili A320neo.

Gli aeromobili andranno ad aggiungersi alla flotta del vettore low cost con base a Osaka nel 2020. L’A321LR è l’aeromobile a corridoio singolo con la maggiore autonomia al mondo e consentirà a Peach Aviation di aprire nuove rotte dal Giappone verso destinazioni situate fino a nove ore di volo.

L’A321LR presenta una nuova configurazione dei portelloni che consente ai vettori di accogliere fino a 240 passeggeri, all’interno della fusoliera più larga tra quelle di Airbus degli aeromobili a corridoio singolo attualmente nei cieli. La nuova cabina Airspace by Airbus, disponibile per la Famiglia A320, migliora ulteriormente l’esperienza di viaggio impareggiabile offerta ai passeggeri.


LEVEL, il vettore low cost per il lungo raggio di International Airlines Group’s (IAG), espande la propria flotta con due A330-200 aggiuntivi, che saranno consegnati nel 2019 e che portano a sette il totale degli ordini per questo tipo di aeromobile.

LEVEL opera attualmente due A330-200 da Barcellona (che presto diventeranno tre) e uno da Parigi Orly, da cui il vettore ha iniziato a operare agli inizi di questo mese. Un secondo A330-200 si aggiungerà alla flotta di Parigi durante l’estate.

Sia Parigi che Barcellona riceveranno uno dei nuovi A330-200, che saranno consegnati nel 2019 e che porteranno il totale a quattro aeromobili a Barcellona e tre a Parigi.

LEVEL ha iniziato le operazioni a giugno 2017 con due nuovi A330-200 che collegavano Barcellona a quattro destinazioni nelle Americhe.


Un nuovo vettore statunitense ha annunciato una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) per 60 Airbus A220-300 con consegna a partire dal 2021. Il nuovo vettore ha alle spalle un gruppo di investitori esperti guidati da David Neeleman, fondatore di JetBlue, investitore in TAP, in Portogallo, e azionista di controllo in Azul Airlines, in Brasile.

I nuovi A220-100 e A220-300 sono complementari agli aeromobili della Famiglia A320, coprendo il segmento degli aeromobili da 100 a 150 posti e offrono cabine confortevoli da cinque poltrone per fila. Grazie all’aerodinamica più avanzata, ai materiali CFRP (materiali compositi a base di fibra di carbonio), ai motori con alto rapporto di diluizione e ai comandi di volo con tecnologia fly-by-wire, l’A220 offre consumi di carburante per poltrona inferiori del 20% rispetto agli aeromobili della generazione precedente. Questo tipo di aeromobile servirà il mercato mondiale con i più piccoli aerei di linea a corridoio singolo, la cui rilevanza è stimata in circa 7.000 aeromobili nel corso dei prossimi 20 anni. Airbus produce e commercializza gli aeromobili A220 nell’ambito dell’accordo recentemente concluso fra Airbus, Bombardier e Investment Québec.

Gli A220-300 saranno dotati di motori GTF di Pratt & Whitney.


Un cliente di cui non è stato rivelato il nome ha siglato una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) per sei aeromobili Airbus della Famiglia A330neo.

Lanciata a luglio 2014, la Famiglia A330neo costituisce la nuova generazione di A330 che è declinata in due versioni: l’A330-800 e l’A330-900, che condividono una communalità pari al 99%. Questi aeromobili possono contare sulla comprovata profittabilità, versatilità e affidabilità della Famiglia A330, riducendo al contempo i consumi di carburante nell’ordine del 25% per poltrona rispetto agli aeromobili concorrenti della precedente generazione. Dispongono inoltre di un’autonomia aggiuntiva che può raggiungere le 1.500 mn rispetto alla maggior parte degli A330 attualmente operativi. Gli A330neo sono dotati di motori Trent 7000 di Rolls-Royce di ultima generazione, nuove ali con maggiore apertura alare e nuovi Sharklet ispirati a quelli dell’A350 XWB. La cabina offre inoltre le nuove dotazioni “Airspace”.


Viva Aerobus, il vettore ultra low cost con base in Messico, ha confermato la modifica per 25 ulteriori A321neo e 16 conversioni di A320neo in A321neo rispetto a un ordine d’acquisto preesistente. Questo ultimo accordo porta il totale degli ordini del vettore, che opera esclusivamente aeromobili Airbus, a 80 aeromobili della Famiglia A320 (di cui 15 A320ceo, 24 A320neo e 41 A321neo) e il backlog da 36 a 61 aeromobili. Il vettore non ha ancora comunicato la scelta della motorizzazione, che sarà annunciata in seguito.

Viva Aerobus ha basato la propria strategia di rinnovo della flotta sulla Famiglia A320neo. Nel 2013 il vettore ha siglato un ordine per 52 aeromobili della Famiglia A320, a quel tempo l’ordine più grande per degli aeromobili Airbus mai siglato da un unico vettore in Messico. Da allora, Viva Aerobus ha ordinato tre ulteriori aeromobili A320ceo, che sono stati integrati nella flotta fra il 2017 e il 2018. A oggi Viva Aerobus opera 26 aeromobili della Famiglia A320, compresi quattro A320neo.


Uganda Airlines, il vettore nazionale dell’Uganda, ha siglato una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) per due A330-800neo, la nuova versione del popolare A330, dotato di nuove ali, nuovi motori Rolls-Royce di ultima generazione Trent 7000, nuovi sistemi e nuovi interni di cabina “Airspace”.

Uganda Airlines prevede di utilizzare gli A330-800neo per costruire il proprio network internazionale di lungo raggio con l’aeromobile che offre tecnologie all’avanguardia e operazioni ai massimi livelli di efficienza. Gli aeromobili avranno una configurazione in tre classi con 20 poltrone in Classe Business, 28 in Premium Economy e 213 in Economy.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-07-18T20:16:19+00:00 18 luglio 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Airbus introduce i nuovi A220-100 e A220-300

Oggi Airbus ha svelato l’A220 durante una cerimonia presso il suo centro di consegna Henri-Ziegler, vicino a Tolosa. Davanti a un pubblico composto dai dipendenti di Airbus e dai rappresentanti dei media internazionali, l’A220-300 è atterrato alle 12.25, subito dopo la verniciatura, mostrando il nuovo nome e i colori di Airbus.

La Famiglia A220 comprende due modelli, l’A220-100 e l’A220-300, precedentemente conosciuti come la Serie C di Bombardier (CS100 e CS300). Gli aeromobili sono ottimizzati per il mercato da 100 a 150 posti e sono perfettamente complementari agli aeromobili della Famiglia A320neo, i più venduti di Airbus.

“Tutti in Airbus hanno atteso con trepidazione questo momento storico. Oggi siamo entusiasti di poter dare il benvenuto all’A220 nella famiglia di Airbus, è per noi motivo di orgoglio vederlo indossare i suoi nuovi colori Airbus per la prima volta”, ha dichiarato Guillaume Faury, Presidente di Airbus Commercial Aircraft. “Ringrazio tutte le donne e gli uomini di Bombardier e l’intera filiera, per l’impegno profuso negli ultimi anni per dare vita a questo fantastico aeromobile. L’A220 entra ora in una nuova fase della sua carriera, beneficiando di tutte le risorse di Airbus per migliorare il suo successo commerciale in tutto il mondo.”

“Siamo entusiasti di poter vendere l’A220, grazie in particolare alla sua tecnologia che gli conferisce un vantaggio decisivo in un mercato molto competitivo”, ha aggiunto Eric Schulz, Chief Commercial Officer di Airbus. “Ho ricevuto molti riscontri positivi da parte dei clienti in merito all’esperienza di volo eccezionale garantita dall’aeromobile, al suo minor consumo di carburante, al minor peso e ai motori più silenziosi. Tutte queste ragioni contribuiscono al mio ottimismo riguardo al fatto che Airbus sarà in grado di rendere l’A220 un grande successo commerciale.”

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-07-11T12:22:27+00:00 11 luglio 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Zurigo 2018 – Clipper e Orio Spotter, insieme…

Due associazioni in trasferta internazionale comune, come due Compagnie aeree che fanno alleanza, non è certo una novità se pensiamo ai vantaggi che obiettivamente ne derivano: costi contenuti e “luogo” di ritrovo di vecchie conoscenze e condivisione di nuove amicizie.

Così abbiamo pensato di ottimizzare e così si è rivelata la trasferta di Zurigo che da tempo avevano pensato di realizzare accordandoci assieme sul periodo migliore e sull’organizzazione dell’evento e i suoi dettagli.

Sveglia alle 4,00 e appuntamento alla Rotonda di Saronno dove i due gruppi, Clipper e Orio Spotter, si sono ricongiunti per iniziare insieme il lungo viaggio di quasi 4 ore per Zurigo.

Per tutto il viaggio il cielo sereno faceva presagire, per i puristi della fotografia, bel tempo anche a Zurigo ma, ahimé, qualche decina di chilometri prima dell’arrivo, una insistente coltre di nubi basse e nebbia, non deponeva per il meglio; per fortuna o perchè doveva così avvenire, dopo la prima ora di permanenza in terrazza, le condizioni andavano via via migliorando ed ecco i risultati, non male…

Airbus A330 – 300 della compagnia regionale cinese Sichuan Airlines

Airbus A319 di Bulgarian Eagle

Airbus A330 200 della compagnia egiziana Almasria Universal Airlines

Boeing B767-300 della compagnia islandese Icelandair

L’airbus A-321-211 di Germania

Airbus A-340 313X di Edelweiss Air

Un trasferimento e un rullaggio in parallelo visti dalla terrazza Deck B

Il decollo dell’Airbus A380-800 di Singapore Airlines

Sulle terrazze di Zurigo Klöten si vola per gioco, o …sul serio

Non c’è età per osservare il decollo del Boeing B787-9 di Ethiad Airways

Le terrazze per giocare insieme…

Le terrazze per ritemprarsi, perché no…

Una delle due postazioni attrezzate di bar, servizi e totem per l’osservazione esterna adiacente alla testata pista 14, a nord dell’aeroporto

La stessa postazione meta degli spotter a conclusione della giornata in terrazza

Le terrazze dell’aeroporto di Zurigo Klöten sono state realizzate con il concorso di vari sponsor

Infine, non poteva mancare il ricordo fotografico di una giornata trascorsa in uno dei luoghi più ambiti da appassionati, famiglie e passeggeri in transito: uno degli aeroporti più trafficati d’Europa, arrivederci a Zurigo 2019 con Clipper & Orio Spotter !!!

Alla fine della giornata l’evento è risultato molto ben gestito dai cugini di Orio al Serio, sia per la scelta degli orari, che per l’organizzazione, che per la chiarezza delle regole da seguire per evitare fraintendimenti e ritardi da parte degli oltre 40 partecipanti.

Testo e immagini di Giorgio De Salve Ria

Immagine del gruppo a cura di Luca Fiori

By | 2018-07-10T14:12:32+00:00 9 luglio 2018|Air News, Spotting|

Iberia prende in consegna il suo primo AIRBUS A350-900

Iberia, compagnia di bandiera della Spagna e membro fondatore del gruppo IAG, ha preso in consegna il primo di 16 Airbus A350 XWB ordinati, diventando così il 18° vettore a operare il più moderno ed efficiente bimotore widebody al mondo.

L’aeromobile è il primo A350-900 ad essere dotato delle più recenti ottimizzazioni in termini di prestazioni, tra cui un miglioramento aerodinamico a livello alare, il cosiddetto “Wing Twist”, winglet più estese e un maggiore peso massimo al decollo, in grado di offrire prestazioni senza pari sul network di Iberia. L’aeromobile ha una configurazione Premium a tre classi, con 348 posti totali, di cui 31 in Classe Business, trasformabili in letti fully flat, 24 in Classe Premium economy e 293 in Classe Economy.

“Siamo molto lieti di ricevere il nostro primo A350, un aeromobile potente che rappresenta perfettamente l’efficienza e la modernità che sono alla base del successo della nuova Iberia”, ha dichiarato Luis Gallego, Presidente di Iberia. “Se in questi ultimi anni ci siamo trasformati per sopravvivere, ora la trasformazione è all’insegna dell’eccellenza, un nuovo corso rappresentato egregiamente da questo aeromobile.”

“Il rapporto di lunga data tra Airbus e Iberia è per noi motivo di grande orgoglio, così come lo è la consegna del suo primo A350-900”, ha dichiarato Tom Enders, CEO di Airbus. “Iberia è stata membro fondatore di IAG, un gruppo che – con questa consegna – opera con successo ogni membro della nostra famiglia di aeromobili commerciali, dall’A318 al più grande A380 e, ora, anche il più moderno A350. Congratulazioni ai team di Iberia e IAG. ”

L’A350-900 entrerà a far parte della flotta di Iberia, composta interamente da aeromobili Airbus, (oltre 100 inclusa Iberia Express), consentendo al vettore di usufruire appieno dei vantaggi della communalità operativa della famiglia di aeromobili Airbus.

Al fine di ridurre il suo impatto ambientale, il volo di consegna dell’A350 da Tolosa a Madrid è alimentato con una miscela di carburante sostenibile.

(agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-06-29T12:33:01+00:00 29 giugno 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

E’ dibattito negli U.S.A. sull’incidente Southwest

L’incidente occorso il 17 aprile scorso a un Boeing 737 della Southwest nel quale è purtroppo morta una passeggera, sta suscitando vivaci dibattiti nell’opinione pubblica statunitense. (1)

Il Boeing 737-7H4 (N772SW) era decollato alle 09.43 locali, si trovava ancora nella fase di salita quando alle 10.04 una esplosione avveniva nel motore di sinistra. Frammenti e detriti penetravano nella carlinga, si verificava la depressurizzazione del velivolo e una passeggera trovava la morte a causa delle ferite riportate. A bordo dell’aereo che veniva immediatamente dirottato su Philadelphia si trovavano 143 passeggeri e cinque membri di equipaggio.

Il motore coinvolto nell’esplosione era un CFM56-7B.

Per la compagnia texana è stato questo il primo evento mortale se si prescinde dall’incidente occorso l’otto dicembre 2005 allorchè un B737 in atterraggio a Chicago non si fermò a fine pista e investì nella sua corsa un auto provocando la morte di un ragazzo di 6 anni che si trovava a bordo del mezzo.

Il dibattito attualmente in corso verte sul fatto che un incidente pressochè simile (“Uncontained engine failure”) era già occorso il 27 agosto 2016 sempre ad un aereo Southwest e pertanto sono in molti a chiedersi se la morte della passeggera Jennifer Riordan di 43 anni avrebbe potuto essere evitata.

Nell’incidente del 2016 il Boeing 737-7H4 (WL), con 99 passeggeri e 5 membri dell’equipaggio, 12 minuti dopo la partenza da New Orleans, stava salendo per 31.000 piedi diretto al Golfo del Messico quando il motore numero uno (anche in questo caso un CFM International CFM56-7) subì un guasto (2). Detriti provenienti dal motore perforarono il lato sinistro della fusoliera causando una perdita di pressione in cabina, danneggiando l’ala e impennaggi. Anche in quel caso avvenne la fuoriuscita delle maschere di ossigeno mentre l’equipaggio iniziava una discesa di emergenza. L’aeromobile quindi si dirigeva verso l’aeroporto più vicino, Pensacola, dove atterrava dopo circa 20 minuti senza ulteriori incidenti. Il velivolo ha subito danni sostanziali, ma non ci sono stati feriti.

Sebbene l’evento non fosse stato fatale il produttore del motore, la CFM International, aveva raccomandato ulteriori e più frequenti ispezioni agli operatori. (I motori CFM sono prodotti dalla joint venture stipulata fra la General Electric Co. e la francese Safran SA). Le nuove istruzioni sarebbero divenute obbligatorie se l’Agenzia Federale avesse provveduto a emettere una specifica direttiva in merito che tuttavia -quando è accaduto l’incidente fatale del 17 aprile scorso- ancora non risultava emessa. E’ questo il punto centrale della polemica.

In questi giorni alcuni senatori democratici (3) hanno inviato una lettera a Daniel Elwell, amministratore delegato della FAA, chiedendo perché questa direttiva non è stata attuata fino all’incidente fatale di aprile. “Pur comprendendo che non esiste una durata temporale fissa per i processi di regolamentazione, perché la FAA ha impiegato quasi due anni per far passare una direttiva sull’aeronavigabilità che avrebbe garantito che i motori CFM56-7B fossero sicuri di volare?” Questa in sostanza la domanda su cui si accentrano i dibattiti alimentati anche dalla risposta della FAA la quale ha affermato, alquanto incredibilmente, che la lettera non è stata mai ricevuta. (4) Dopo due settimane dall’incidente la FAA ha finalmente emesso la direttiva che prevede per i motori CFM56-7B i quali abbiano effettuato più di 30.000 decolli, ispezioni obbligatorie entro 20 giorni. E’ inoltre previsto che le compagnie aeree che hanno in servizio velivoli con questi motori che hanno completato 20.000 cicli, di effettuare controlli a motori e ventole ogni 3000 voli.

In merito alle investigazioni, queste procedono su un aspetto ben preciso. La copertura metallica dei motori (cowling) ha lo scopo di ricoprire e contenere il corpo del motore. Nel caso sopravvengano problemi al motore le coperture dovrebbero essere in grado di contenere il danno evitando che schegge impazzite investano il corpo dell’aereo. Nel caso dell’incidente del 2016 la ventola fratturata rimase all’interno del cowling, mentre nell’incidente dello scorso aprile l’intera copertura esplose. Le indagini in corso puntano a determinare perché ciò è accaduto e, eventualmente, diramare nuove più stringenti direttive.

Immagine tratta dal rapporto preliminare dell’NTSB datato 3 maggio 2018

(1) Sull’incidente in questione vedi le nostre Newsletters n. 18, 19 e 20
(2) Il velivolo coinvolto era la matricola N766SW, modello 737-7H4WL.
(3) Si tratta dei senatori Ron Wyden, Tom Udall, Patrick Leahy e Richard Blumenthal
(4) Vedi in merito: https://abcnews.go.com/Politics/fatal-accident-senators-faa-speed-aviation-safetydirectives/story?id=55417999 del 24 maggio 2018.

(tratto da Air-accidents.com)

By | 2018-06-28T13:05:07+00:00 28 giugno 2018|Air News, Compagnie aeree, Incidenti|
Load More Posts