Fabio

About Fabio Zocchi

This author has not yet filled in any details.
So far Fabio Zocchi has created 305 blog entries.

L.A.I. e Alitalia – Negli anni d’oro dell’aviazione commerciale italiana

La storia della Linee Aeree Italiane è stata di breve durata, appena undici anni. Fondata nel 1946 è confluita in Alitalia il 1° novembre 1957. A partire da quella data, tutti gli onori e le glorie sono passati ad Alitalia. La LAI è così caduta nel dimenticatoio e pochi sanno che se Alitalia è potuta diventare una delle più grandi compagnie aeree del mondo – tale era negli anni Sessanta e Settanta – deve il suo successo anche al contributo fornito dell’altra aerolinea.

La storia delle Linee Aeree Italiane merita, dunque, di essere conosciuta innanzitutto per una questione di memoria storica e poi non fosse altro perché la compagnia Alitalia-Linee Aeree Italiane, sorta nell’ottobre 1957 a seguito della fusione fra i due vettori, deve molto alla sua consorella in termini di uomini e di mezzi. Negli ambienti delle due compagnie si ipotizzava, infatti, che se l’unione fosse avvenuta, sarebbe stata la LAI ad assorbire l’Alitalia e non viceversa.

Ricordare i giorni delle Linee Aeree Italiane vuol dire ripercorrere le cronache di una società che era decisamente superiore all’altro vettore italiano – erano i numeri a parlare-, ma che per una serie disgraziata di incidenti aerei si è preferito far confluire nell’altra compagnia aerea nazionale anch’essa nata nel dopoguerra praticamente in contemporanea per una questione di antagonismo fra USA e Regno Unito. Si può affermare che il merger tra la LAI e Alitalia sia stato una dei primi esempi di fusione avvenuti nella storia dell’aviazione commerciale mondiale.

Ma sulla LAI, oltre ad esservi ben poca letteratura, gli storici del trasporto aereo preferiscono “sorvolare”. Tutti sanno che il primo volo di Alitalia è avvenuto il 5 maggio 1947 quando un trimotore Fiat G12 decollò dall’aeroporto di Torino alla volta di Roma-Urbe er Catania. Ben pochi ricordano che in realtà il primo volo della LAI, e con esso la ripresa dell’aviazione commerciale italiana del dopoguerra, parte con un mese di anticipo rispetto ad Alitalia: il 14 aprile 1947 e veniva operato con l’allora “moderno” DC3.

E trattando degli anni in cui la LAI operò sono presenti nell’opera anche le tante altre compagnie aeree sorte in Italia in quel periodo, compagnie che le due sorelle più fortunate, grazie ai legami internazionali di cui godevano, misero ben presto in secondo piano.

Con la nascita della LAI negli anni della ricostruzione post-bellica l’autore del libro, Antonio Bordoni, vuole anche mettere in evidenza come i nostri vettori siano partiti in vantaggio rispetto ai due Paesi “ex-alleati” ovvero Germania e Giappone, ai quali era stato vietato di ricostruire la loro aviazione. Così mentre le nostre compagnie prendevano il via fin dal 1947, in Giappone ciò avverrà nel 1951, in Germania nel 1955. Per un certo numero di anni seguiremo anche l’andamento comparato dei tre vettori di bandiera di queste nazioni.

Dopo l’avvenuta unione fra LAI e Alitalia viene esaminato il periodo successivo per narrare come la nuova compagnia nata dalla fusione sia stata una protagonista di primissimo piano nella storia dell’aviazione commerciale mondiale per molti anni, all’incirca fino ai primi anni Settanta, periodo del suo maggiore splendore nonché di massima espansione della rete sociale. Ma a tale periodo l’autore dell’opera si è voluto fermare, poiché sul declino e sugli più recenti dell’Alitalia si è scritto tanto e si tratta di un periodo storico troppo recente per poter essere analizzato in modo obiettivo.

Antonio Bordoni ha coperto il ruolo di responsabile finanziario presso diverse compagnie aeree straniere. Tale posizione gli ha permesso di avere una visione privilegiata su ogni aspetto dell’industria aerea commerciale vivendo i cambiamenti epocali del settore: dall’elica al jet, dalla deregulation alle low cost. È stato autore di articoli per riviste aeronautiche e di monografie quali: 1978-2018: quarant’anni di deregulation (IBN 2018); Ryanair nel Belpaese, cronaca di una colonizzazione (LoGisma 2017); Quando il cielo esplode. Bombe e missili contro aerei di linea (LoGisma 2016); Piloti malati. Quando il pilota non scende dall’aereo (LoGisma 2015). È inoltre ideatore e curatore del sito www.air-accidents.com che riporta un completo e aggiornato database degli incidenti aerei a partire dal 1951, con statistiche e analisi sulla sicurezza del volo, e del sito www.aviation-industry-news.com dedicato alle strategie gestionali del trasporto aereo commerciale.

 

Autore: Antonio Bordoni

Titolo: LAI E ALITALIA NEGLI ANNI D’ORO

DELL’AVIAZIONE COMMERICIALE ITALIANA

Editore: LoGisma, 2018

Pagine: 216, ill., 17x24cm

ISBN 978-88-94926-05-7

Prezzo: Euro 16,50

LoGisma editore

By | 2018-04-23T22:12:18+00:00 23 aprile 2018|Libri|

Icarus, il mito del volo secondo Tom Porta al Terminal 1 di Malpensa

Milano, 20 aprile 2018 – E’ stata inaugurata oggi la nuova mostra di Tom Porta Icarus che celebra il mito del volo attraverso un racconto lungo 100 anni. Forza, eroismo ed energia esprimono le 27 tele, 5 di grandi dimensioni, che si susseguono nel Terminal 1 appena passata la Porta di Milano, superando l’area rent a car.

Icaro è il mito dell’uomo che sfida la natura per tentare l’impossibile, per ampliare i limiti dell’umano. Come Ulisse spronava i suoi compagni di viaggio ad usare l’ingegno, che è l’unica cosa che distingue l’uomo dall’animale, per andare oltre i confini del mondo, così Icaro si sacrifica, per eccessivo coraggio, nel tentativo di rubare i segreti del volo. Diventando però l’immagine del mito aereo assoluto.

La storia dell’essere umano è piena di personaggi che hanno cercato di  superare i limiti, e nel momento in cui si è riusciti ad andare oltre il conosciuto c’è stato il progresso.

“Ho deciso di dedicare un ciclo al mito del volo senza compromessi o limiti, un profondo ragionamento con i  miei quadri sul più grande sogno dell’uomo – dichiara Tom Porta – Così in pace come in guerra il Pilota fa del cielo un territorio ove egli si riconosce e rispetta ogni altro Pilota riconoscendolo come creatura della stessa specie”.

Il desiderio di volare è stata una delle sfide che l’uomo ha affrontato con più tenacia, una battaglia epica contro la fisica che lo ha avvicinato sempre di più all’immensità del creato. Uomini, donne, macchine favolose, traversate oceaniche o voli spaziali sono tutti elementi di quel magnifico gioco che è l’evoluzione, gioco che si tinge  di accenti epici e, talvolta, drammatici e che raccontano la storia degli aerei, dei motori, dei viaggi, delle battaglie, degli assi dell’aviazione.

“Da Saint Exupery ad Amelia Earhart, da Richtofen a Lindbergh a Baracca, gli uomini e le donne che volano, al di sopra del dovere o del momento storico si riconoscono fra loro, come i marinai, come individui eccezionali che condividono il privilegio di infrangere i limiti del corpo umano e, di conseguenza, della mente e del pensiero – conclude l’artista.”

(Ufficio stampa SEA)

By | 2018-04-21T13:36:19+00:00 21 aprile 2018|Air News, Malpensa|

SAS sigla un ordine fermo per 35 aeromobili della famiglia A320NEO

SAS Group ha siglato ieri un ordine fermo per 35 aeromobili A320neo. SAS prenderà inoltre in leasing 15 ulteriori aeromobili A320neo da società di leasing. Questo nuovo impegno strategico farà di SAS un operatore di soli aeromobili Airbus che utilizzerà la Famiglia A320 per le principali rotte europee, oltre che per le numerose rotte domestiche in Scandinavia.

Questi nuovi A320neo si uniranno alla flotta Airbus del vettore che conta 56 aeromobili (otto A340, otto A330, e 40 aeromobili della Famiglia A320). La scelta della motorizzazione sarà annunciata dal vettore in un secondo tempo. SAS è cliente di Airbus dal 1980.

La Famiglia A320neo incorpora le ultime tecnologie, tra cui i motori di nuova generazione e dispositivi alari Sharklet che, insieme, garantiscono un risparmio di carburante pari almeno al 15% all’entrata in servizio e del 20% entro il 2020. Con oltre 6.000 ordini da parte 99 clienti, la Famiglia A320neo ha conquistato circa il 60% della quota di mercato.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-04-11T12:33:17+00:00 11 aprile 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Aircraft interiors Expo 2018: in mostra le cabine Airbus

Airbus sarà presente con le proprie innovazioni di cabina ad Aircraft Interiors Expo (AIX), la più importante manifestazione dedicata a interni di cabina, intrattenimento a bordo, connettività e servizi ai passeggeri, in programma ad Amburgo dal 10 al 12 aprile.

Lo stand di quest’anno (Hall B5 Stand 5A20) – di circa 550 mq – sarà il più grande di sempre a questa manifestazione e riunirà le competenze di Airbus Commercial Aircraft, Services by Airbus e Airbus Interiors Services.

Protagonista di quest’anno, il mockup della nuova cabina Airspace dell’A320. La cabina comprende una “welcome area” con effetti luminosi, poltrone full-flat, cappelliere Airspace XL e una toilette, e darà modo ai visitatori di apprezzare gli elevati livelli di confort che l’A321LR, Il nuovo aeromobile con capacità transatlantiche, offrirà ai passeggeri una volta operativo, nel prossimo futuro. All’interno dello stand Airbus un secondo grande mockup mostrerà invece in una sezione parziale della cabina Airspace dell’A330neo.

Presso lo stand di Airbus si troveranno inoltre numerosi display, modelli di cabine e di cucine di bordo stampati in 3D e altre innovazioni. Si potranno inoltre esplorare tutte le cabine Airspace degli aeromobili Airbus grazie alla realtà virtuale 3D. I visitatori potranno anche provare il nuovo “A320 Plane it yourself”, il configuratore digitale per la cabina e i sistemi, oltre all’innovativo chiosco “IflyA380.com”.

Parallelamente, Services by Airbus, sempre presso lo stand Airbus, avrà in mostra il mockup dell’A320, in grado di fornire una panoramica relativa alle ultime soluzioni per gli aeromobili a corridoio singolo attualmente in servizio, oltre alle nuove configurazioni di cabina per l’A330 da fornire come servizio di retrofit. Inoltre, il modulo premium dual suite “Day & Night” di AIS sarà presentato per la prima volta grazie a un mockup in in scala reale per i clienti dell’A350.

Quest’anno Airbus è presente per quattro volte nella rosa dei finalisti nell’ambito dei prestigiosi Crystal Cabin Awards per le seguenti realizzazioni: “The A320 Family Airspace Interior”; un nuovo “Printed Electrics” / “Info-Panel” (in cooperazione con Altran); “Gigabit Wireless Networking in Aircraft Cabins via “Light-Fidelity” (LiFi) – insieme all’Università di Edimburgo; e il nuovo prodotto premium per la Prima Classe “Day and Night” (di AIS). La cerimonia dei Crystal Cabin Awards, che rivelerà i vincitori, si svolgerà nella serata di martedì 10 aprile.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-04-06T12:33:28+00:00 6 aprile 2018|Air News, Costruttori|

Arrivate a Tolosa le sezioni del primo A380 di All Nippon Airways

Le principali sezioni del primo A380 per All Nippon Airways (ANA) hanno raggiunto la Linea di Assemblaggio Finale di Airbus di Tolosa attraverso un convoglio speciale che ha trasportato: il muso, le sezioni di fusoliera centrale e posteriore, il piano di coda e le due ali.

ANA Holdings ha siglato un ordine fermo per tre A380 nel 2016, diventando così il primo cliente del superjumbo in Giappone. La prima consegna è prevista a inizio 2019 e l’A380 opererà in un primo tempo la tratta Tokyo-Honolulu. L’A380 di ANA avrà la livrea speciale “Honu”, la tartaruga marina verde delle Hawaii, simbolo di fortuna e prosperità.

L’A380 è l’aereo più grande e spazioso al mondo, in grado di offrire ai passeggeri l’esperienza di volo più fluida, silenziosa e comoda possibile. Dotato di due ponti completi, poltrone e i corridoi più larghi e a una maggiore superficie di pavimentazione, l’A380 ha la capacità unica di generare reddito, stimolare il traffico e attirare i passeggeri, che ora possono selezionare specificamente l’A380 al momento della prenotazione del volo attraverso il sito iflyA380.com. Sono attualmente 222 gli A380 operati da 13 vettori su 60 destinazioni e 240 agli aeroporti nel mondo in grado di accogliere l’A380.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-03-19T12:45:14+00:00 19 marzo 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Turkish Airlines sceglie l’Airbus A350 XWB

Turkish Airlines, il vettore con base a Istanbul, ha siglato in data 9 marzo una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) per l’acquisto di 25 aeromobili Airbus A350-900 più cinque opzioni, ribadendo così la propria fiducia nel dinamismo e nella crescita del mercato mondiale.

Turkish Airlines opera attualmente una flotta di 167 aeromobili Airbus e conta un backlog di 92 A321neo. Parte integrante della supply chain di Airbus da quasi 20 anni, la Turchia partecipa a tutti i programmi aerei, incluso il prestigioso A350 XWB.

La Famiglia A350 XWB è la nuovissima famiglia di widebody di medie dimensioni per il lungo raggio che contribuirà a dare forma al futuro dei viaggi aerei. Dotato delle più recenti innovazioni in termini di aerodinamica, possiede fusoliera e ali in fibra di carbonio e motori a basso consumo Trent XWB di Rolls-Royce. Insieme, queste tecnologie portano livelli di efficienza operativa senza pari grazie a una riduzione del 25% dei consumi di carburante e delle emissioni e a costi di manutenzione significativamente più ridotti. La cabina Airspace, oltre a essere più spaziosa e silenziosa garantisce un ambiente, design e servizi di qualità superiore che contribuiscono a creare migliori livelli di confort e benessere definendo nuovi standard in termini di esperienza di volo per tutti i passeggeri, in tutte le classi.

A fine febbraio 2018 Airbus aveva registrato un totale di 854 ordini fermi per l’A350 XWB da parte di 45 clienti nel mondo.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-03-14T12:37:24+00:00 14 marzo 2018|Air News, Compagnie aeree|

Una strana rotta per Air Europa

Prendiamo spunto da un articolo del blog di flightradar24.com relativo alla strana rotta che ha tenuto, non più tardi di una settimana fa, il volo di consegna di un Boeing Dreamliner di Air Europa.

Per il primo velivolo di questo tipo (787-9) destinato al vettore spagnolo, la rotta più normale sarebbe stata la classica rotta atlantica che da Charleston arriva a Madrid. Invece il 787 matricola EC-MSZ ha preso una direzione un po’ più verso nord per poi tagliare repentinamente verso la destinazione finale.

Magari maltempo? O forse addestramento del personale viaggiante? Nulla di tutto ciò. Si tratta solo di semplice carta.

Spieghiamo meglio: il 787 è stato preso affidandosi ad un lessor inglese che, per poter attivare il leasing doveva avere il velivolo nello spazio aereo anglosassone. Logico sarebbe stato atterrare magari a Londra o in qualche altro aeroporto inglese.

Con le moderne tecnologie non è stato necessario, perchè con il sistema wi-fi a bordo è bastato far transitare il Dreamliner appena sopra l’Inghilterra, e quindi considerarlo per poco come se fosse sul suolo di Sua Maestà, per poter spedire le carte necessarie tra i tre attori: costruttore, lessor e compagnia aerea.

Anche a questo servono i moderni sistemi di intrattenimento a bordo.

Il primo 787-9 di Air Europa è dotato di 30 posti in classe Business e di 300 posti in Economy class. E’ stato battezzato JJ Hidalgo, dal nome del presidente di Globalia, il primo gruppo turistico spagnolo, che include anche Air Europa. Verrà utilizzato per la tratta Madrid – Buenos Aires.

(Fabio Zocchi)

By | 2018-03-01T13:19:59+00:00 1 marzo 2018|Air News, Compagnie aeree|

Debutta il primo Airbus A350 XWB Ultra Long Range

La prima versione Ultra Long Range dell’Airbus A350 XWB ha effettuato il roll out dalla Linea di Assemblaggio finale di Airbus di Tolosa. L’ultima variante della popolare Famiglia A350 XWB sarà in grado di volare più lontano di qualsiasi altro aeromobile di linea, ed entrerà nella flotta di Singapore Airlines, l’operatore di lancio, entro la fine dell’anno.

In totale, Singapore Airlines ha ordinato sette aeromobili A350-900 Ultra Long Range, che utilizzerà per i propri collegamenti non stop fra Singapore e gli Stati Uniti. Fra questi vi sarà il volo di linea più lungo al mondo: quello fra Singapore e New York.

Una volta completato l’assemblaggio della cellula, il primo aeromobile è stato trasferito presso una stazione esterna dove sarà sottoposto a un’ampia varietà di test di terra, prima di procedere all’installazione dei motori Trent XWB di Rolls Royce.

L’aeromobile effettuerà poi un breve programma di test di volo finalizzato a certificare le modifiche rispetto alla versione standard dell’A350-900 che conferiranno all’aeromobile maggiore autonomia. Fra queste, un sistema di alimentazione modificato che incrementa la capacità di 24.000 litri, senza che siano necessari serbatoi aggiuntivi. La fase di test misurerà inoltre il miglioramento della performance derivante da ottimizzazioni aerodinamiche, fra le quali vi sono le winglet più estese.

Con un peso massimo al decollo (MTOW) di 280 tonnellate, l’A350 XWB Ultra Long Range è in grado di volare fino a 9.700 miglia nautiche – vale a dire oltre 20 ore non stop, combinando i più elevati livelli di confort per passeggeri ed equipaggio con economie imbattibili per questo tipo di distanze.

La Famiglia A350 XWB è una nuova famiglia di aeromobili widebody per il lungo raggio che sta modellando il futuro dei viaggi aerei. L’A350 XWB è caratterizzato dal più avanzato design aerodinamico, fusoliera e ali in fibra di carbonio e nuovi motori Rolls-Royce estremamente efficienti. Insieme, queste tecnologie si traducono in livelli di efficienza operativa senza pari, vale a dire una riduzione del 25% dei consumi di carburante, e costi di manutenzione significativamente più bassi. La cabina Airspace by Airbus di cui è dotato l’A350 XWB offre eccezionali livelli di benessere a bordo abbinati alla cabina più silenziosa fra gli aeromobili a doppio corridoio, e nuovi sistemi di aerazione.

A oggi il numero complessivo di ordini fermi per l’A350 XWB è di 854 da parte di 45 clienti nel mondo, che ne hanno fatto uno degli aeromobili widebody di maggiore successo di sempre.

Singapore Airlines è uno dei più importanti clienti della Famiglia A350 XWB con un totale di 67 aeromobili A350-900 già ordinati, di cui sette versioni Ultra Long Range. Il vettore ha già ricevuto 21 A350-900.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-03-01T07:31:11+00:00 1 marzo 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Avviso – sessione di spotting del 25 febbraio SOSPESA

A causa delle condizioni meteorologiche proibitive (alta probabilità di precipitazione nevosa) in aeroporto, connessa con le esigenze operative degli operatori in piazzale durante l’arco della serata, la sessione fotografica è SOSPESA. 

Essa sarà riprogrammata in data da destinarsi.

I partecipanti non perderanno il contributo versato.
Per ulteriori chiarimenti siamo disponibili sul numero 347-4308794.

By | 2018-02-24T20:28:51+00:00 24 febbraio 2018|Air News, Avvisi agli associati|

Airbus consegna il suo primo A350-1000 al cliente di lancio Qatar Airways

Airbus ha consegnato oggi a Tolosa il primo aeromobile widebody A350-1000 al cliente di lancio Qatar Airways. Si tratta del primo aeromobile di 37 A350-1000 ordinati dal vettore e il primo aeromobile Airbus allestito con le rivoluzionarie poltrone Osuite, il primo letto matrimoniale in Business class. Qatar Airways è il più importante cliente della famiglia Airbus A350 XWB con 76 aerei ordinati ed è anche il più importante cliente del A350-1000.

“Qatar Airways vuole offrire ai propri clienti la migliore esperienza di volo ed è quindi logico che sia il primo vettore al mondo ad operare il nuovo Airbus A350-1000”, ha dichiarato sua Eccellenza Akbar Al Baker, Chief Executive Qatar Airways Group. “Questo incredibile aeromobile rappresenta lo stato dell’arte del trasporto aereo e giocherà un ruolo centrale nella nostra flotta. Ci  permetterà inoltre di essere un passo avanti rispetto alla concorrenza e di continuare ad offrire ai nostri passeggeri elevatissimi livelli di comfort e servizio”.

L’A350-1000 si integra perfettamente nella crescente flotta di Qatar Airways che oggi comprende 20 aeromobili A350-900. I due aeromobili sono complementari, assicurano la massima communalità, la migliore efficienza operativa e grazie alla cabina Airspace un’esclusiva esperienza di volo per i passeggeri. Questi ultimi potranno infatti beneficiare di maggiore spazio, pressione in cabina ottimizzata, un maggiore ricambio di aria fresca, temperatura e umidità controllate, connettività integrata e l’ultima generazione in termini di sistemi di intrattenimento di bordo.

Chris Cholerton, Presidente di Rolls-Royce – Civil Aerospace, ha commentato “Siamo molto orgogliosi di aver lavorato con Qatar Airways ed Airbus fornendo i motori per questo ultimo aeromobile della Famiglia A350 XWB. Questa consegna rappresenta un’importante tappa nella nostra partnership con vettore e costruttore. Il nuovo aeromobile è motorizzato con il nuovo Trent XWB-97, il motore più potente mai realizzato per un aeromobile Airbus”.

Fabrice Brégier, Airbus, ha dichiarato “E’ con grande orgoglio che consegniamo il primo A350-1000 al cliente di Qatar Airways. Il nuovo aeromobile assicura importanti vantaggi sia in termini di riduzione dei consumi sia di efficienza operativa, assicurando ai passeggeri livelli di comfort impareggiabili. L’A350-1000 è l’aeromobile ideale per mettere in mostra il leggendario livello di servizio che caratterizza Qatar Airways. Con una maggiore capacità di trasporto rispetto all’A350-900, il nuovo aeromobile widebody giocherà un ruolo importante sulle rotte ad elevata densità di traffico e contribuirà a consolidare la leadership del vettore nell’industria del trasporto aereo”.

L’A350-1000 è l’ultimo nato ed è il più grande aeromobile widebody a doppio corridoio realizzato da Airbus. Con una fusoliera 7 metri più lunga, l’A350-1000 assicura il 40% di spazio in più per l’allestimento delle classi premium rispetto al più piccolo A350-900. Nella configurazione prescelta da Qatar Airways l’A350-1000 offre 44 poltrone aggiuntive. Si tratta di un aeromobile a lungo raggio con un’autonomia di volo di 8.000 miglia nautiche (14.800 km). L’A350-1000 si caratterizza per un profilo dell’ala modificato, un nuovo carrello di atterraggio a sei ruote e i potenti motori Rolls-Royce Trent XWB-97. Così come per l’A350-900, grazie all’aerodinamica di ultima generazione, al design e all’utilizzo delle tecnologie più avanzate anche l’A350-1000 assicura un risparmio del 25% sui costi operativi rispetto agli aeromobili concorrenti di una precedente generazione.

(Agenzia di stampa TT&A)

By | 2018-02-21T12:39:33+00:00 22 febbraio 2018|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|
Load More Posts