Il Decalogo dello Spotter

Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2016

Abbiamo raggruppato suggerimenti e regole di comportamento in un unico elenco poiché crediamo che esse abbiano valore su tutti gli aeroporti civili italiani, ivi compresa la nostra Malpensa ove generalmente noi di Clipper operiamo; in seguito vedremo di raccogliere e pubblicare le limitazioni e le opportunità degli altri scali civili del Paese.

Regole generali e suggerimenti per una corretta permanenza a bordo pista:

  1. All’invito delle Forze dell’Ordine di esibire un documento di riconoscimento attraverso la rete di recinzione, si raccomanda di aderire alla richiesta, evitando di dimostrare disapprovazione, poiché la competenza prevista dalla normativa aeroportuale si estende anche all’esterno della rete di recinzione.
  2. Non parcheggiare la propria autovettura davanti ai cancelli lungo la recinzione dell’aeroporto, essi devono restare sempre liberi da ostacoli.
  3. Non tagliare le maglie delle reti metalliche di recinzione per introdurre gli obiettivi fotografici; oltre a commettere un reato, ne deriva un danno per il Gestore aeroportuale.
  4. All’invito di sospendere l’attività fotografica da parte degli operatori della sicurezza, aderire evitando di esprimere disapprovazione.
  5. Al transito di aeromobili scortati dalle Forze dell’Ordine abbassare o deporre le fotocamere restando possibilmente sul posto
  6. Coloro che dispongono di una pettorina ad alta visibilità, meglio se personalizzata con la scritta “Spotter” non esitino ad indossarla. È senza dubbio un segno di appartenenza apprezzato dalla Sicurezza Aeroportuale; essa non dà ancora alcun diritto incondizionato a svolgere attività fotografica, ma è utile agli operatori ai fini di un efficace monitoraggio della situazione esterna dell’aeroporto.
  7. Comportamenti di insofferenza con gli addetti alla sicurezza si ripercuotono su tutta la comunità degli spotter, ma nei casi eventualmente documentati, possono determinare conseguenze più generali su tutto il territorio e rallentare quel progetto che Clipper sta portando avanti, a favore di tutta la categoria degli spotter italiani.
  8. Evitare di salutare i piloti con due braccia, è sufficiente alzare una sola mano.
  9. Fermo restando il fatto che alcuni appassionati fotografano dall’interno della storica torretta di avvistamento sita a sud delle piste di Malpensa, a costoro ricordiamo vivamente che tale iniziativa è a proprio rischio e pericolo per la propria incolumità e, in ogni caso, raccomandiamo loro di indossare comunque una pettorina ad alta visibilità, ciò sarà considerato dalle FF.OO. un gradito gesto di collaborazione, in mancanza del quale si potrebbe innescare l’eventuale allarme aeroportuale, con le conseguenze personali e per la navigazione aerea che ne possono derivare.
  10. In caso di atteggiamenti sospetti di persone o autovetture sconosciute, gli spotter non esitino a segnalare telefonicamente alla Sicurezza aeroportuale tali situazioni anomale, il gesto sarà apprezzato come forma di civile collaborazione:
Polizia di Frontiera 02-58584511
Sicurezza SEA 02-74862999
Clipper 347-4308794

 

Il presente “decalogo” sarà tenuto aggiornato ed eventualmente migliorato grazie alla vostra collaborazione di associati iscritti e non, ripetiamo, l’interesse è di tutti gli appassionati frequentatori degli aeroporti e per questo ci faremo anche portavoci di vostre segnalazioni presso le amministrazioni comunali di competenza a favore di una migliore ricettività delle aree d’interesse.