Volandia

MD-80: da Malpensa a Volandia con una staffetta aerea fra gru

È stata una vera e propria staffetta aerea fra due gru, quella che ha permesso all’MD-80 di Volandia parcheggiato a Malpensa di “atterrare” finalmente sul pratone di Volandia.

Un’operazione altamente spettacolare che ha avuto inizio alle 11 di questa mattina con le manovre di avvicinamento del velivolo alla recinzione che divide la zona aeroportuale dalla strada di collegamento fra il Terminal 1 e il Terminal 2 dell’aeroporto, dopo aver ricevuto il saluto di fine carriera con il rituale lavaggio. Una volta terminate le operazioni di imbragatura del velivolo alle 13.30 ha avuto inizio il sollevamento vero e proprio e dopo circa 10 minuti c’è stata la staffetta fra le due gru. In totale circa 30 i minuti necessari alle 38 tonnellate del McDonnell Douglas MD-82 per percorrere 50 metri in “volo”, scavalcare la strada di collegamento fra il Terminal 1 e il Terminal 2 di Malpensa e “atterrare” finalmente sul prato di Volandia. Durante il passaggio in volo all’opera anche una squadra di volontari del museo che attraverso una serie di corde hanno “timonato” l’MD-80, in modo da direzionare la parte anteriore del velivolo verso il Dc 9 presidenziale, accanto al quale è stato posizionato.

“È stato davvero emozionante assistere al passaggio in volo di 38 tonnellate di aereo. Siamo abituati a imprese apparentemente impossibili, ma anche questa volta siamo riusciti a portarla a termine: abbiamo realizzato il primo sollevamento di un aeromobile di queste dimensioni in Italia”. Così Marco Reguzzoni presidente di Volandia che spiega: “Da oggi la collezione del museo amplia ulteriormente la sua offerta nella sezione grandi aerei, dove già abbiamo il prestigioso Dc 9 presidenziale e il Fokker. Posso dirmi davvero soddisfatto del lavoro fatto, frutto di una sinergia fra soggetti diversi. Colgo l’occasione per ringraziare Sea per il supporto fornito in aeroporto e American Airlines che ha fornito i sistemi di aggancio e supervisionato i lavori”.

“Dopo quasi un anno – spiega Luciano Azzimonti, vicepresidente di Volandia – il McDonnell Douglas MD-82, finalmente è a pieno titolo nella famiglia del museo e sarà quanto prima visitabile. Entrato in servizio nel 1984, ha un’apertura alare di oltre 32 metri, una lunghezza di 45 e una capienza di 165 posti e ha totalizzato oltre 56mila ore di volo. Indiscusso protagonista dell’aviazione commerciale, un altro gioiello che siamo orgogliosi di rendere fruibile dal nostro pubblico”.

(Ufficio stampa Volandia)

By | 27 settembre 2017|Air News, Malpensa, Volandia|

Lunedì 25 settembre I-SMEL, MD80 di Meridiana, atterra a Volandia

“Era il 14 novembre 2016 quando il MC Donnell Douglas MD-82 di Meridiana, meglio conosciuto come MD80, atterrò a Malpensa, dopo essere stato acquisito da Volandia al costo di solo 1 euro. Ebbene, dopo 11 mesi necessari per portare a termine tutte le procedure burocratiche, ora finalmente è possibile fare il trasferimento: lunedì 25 settembre a partire dalle ore 9 avranno luogo le operazioni di sollevamento e posizionamento del velivolo a Volandia”.

Lo rende noto Volandia in un comunicato.
“Il museo – spiega Luciano Azzimonti, vicepresidente di Volandia – arricchisce così la propria collezione di un importante velivolo protagonista dell’aviazione commerciale, entrato in servizio nel 1984, quando arrivò direttamente da Long Beach in California a Olbia. Fu il primo aereo della famiglia MD 80 ad entrare nella flotta della compagnia dell’Aga Khan – spiega Azzimonti – e da allora ha totalizzato oltre 56mila ore di volo. Un ‘gigante’ dei cieli con un’apertura alare di oltre 32 metri, una lunghezza di 45 e una capienza di 165 posti che verrà posizionato nel pratone fronte Malpensa, accanto al Dc 9 presidenziale e al Fokker. Le operazioni di trasporto avverranno lunedì 25 tramite una speciale gru e per l’occasione il museo rimarrà aperto per consentire al pubblico di seguire l’operazione direttamente sul pratone fronte Malpensa”.

“Se questa operazione è stata possibile – spiega Volandia – dobbiamo ringraziare innanzitutto Meridiana e il suo presidente per la donazione dell’aereo, ma il nostro ringraziamento – spiega la dirigenza di Volandia – va anche ad American Airlines Aircraft Recovery che ha fornito i sistemi di aggancio e supervisionato i lavori; a Forti Sollevamenti di Busto Arsizio che realizzerà il sollevamento del velivolo con una speciale gru; a Neos che ha collaborato alla preparazione dell’aeromobile nella fase di smontaggio di alcune parti interne; a SEA per il supporto fornito in aeroporto; a Nayak per il sostegno nella fase di aggancio e preparazione dell’aeromobile.

(Ufficio stampa Volandia)

By | 24 settembre 2017|Air News, Compagnie aeree, Malpensa, Volandia|

A Volandia, da sabato 8 aprile il DC 9 di Pertini e Wojtyla aperto al pubblico

Sabato 8 aprile, alle ore 10.30, a Volandia verrà aperto al pubblico il DC 9 presidenziale su cui viaggiarono Sandro Pertini e Papa Giovanni Paolo II. Dopo i lavori di ripristino sarà quindi visitabile preceduto da un allestimento in cui si ripercorre la storia del velivolo, attraverso i viaggi dei Presidenti della Repubblica e del Santo Padre, con ampio spazio alla ricostruzione storica delle figure del Presidente più amato dagli italiani e del Papa Santo.

L’aereo è anche il gemello identico di quello che riportò a casa la Nazionale di Calcio Campione del Mondo dell’82 in Spagna – poi andato distrutto – e nell’allestimento che precederà la visita è stato ricreato il tavolino della famosa partita a scopone con la Coppa del Mondo. Un aereo che rappresenta un vero e proprio simbolo per il nostro Paese diventa patrimonio del pubblico di Volandia.

Saranno presenti all’inaugurazione il Presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo, il Generale Salvatore Bellia, pilota personale del Presidente Pertini dalla sua elezione alla scadenza del mandato, e i Campioni del Mondo dell’82, Claudio Gentile e Pietro Vierchowod.

By | 5 aprile 2017|Air News, Volandia|

Il DC 9 Presidenziale in arrivo a Volandia dopo un lungo viaggio in A1

La Fondazione Museo dell’Aeronautica che gestisce Volandia – Parco e Museo del Volo ha firmato ‎l’incarico per il trasporto del DC 9 presidenziale da Fiumicino a Volandia.

Il trasporto, che sarà effettuato in notturna lungo l’autostrada Roma-Milano via Firenze-Bologna, ‎richiederà almeno 3 giorni e sarà effettuato non appena ottenuti i necessari permessi (Anas, Autostrade, Polizia, Aeroporto Fiumicino). L’arrivo a Volandia è quindi ipotizzabile per la fine di maggio o, al più tardi, i primi giorni di giugno. È allo studio la possibilità di effettuare alcune tappe nei luoghi simbolo della storia del velivolo e dei suoi passeggeri illustri.

Il Dc9, in dotazione al 31esimo Stormo, è stato ceduto dall’Aeronautica Militare alla Boeing e, successivamente, ad Alitalia. Ha effettuato voli di Stato per diversi anni, trasportando non solo il presidente della Repubblica Sandro Pertini, ma anche Cossiga e Scalfaro. Secondo testimonianze dirette, inoltre, il Dc9 ha ospitato Sua Santità Giovanni Paolo II. Si tratta del Dc 9 gemello e identico in ogni aspetto a quello che riportò in Italia la Nazionale campione del mondo nell’82 danneggiato a causa di un incidente a Mosca e andato perso.

Il Consiglio di Amministrazione di Volandia, nel deliberare le spese sia per il trasporto che per la ricostruzione, valutata la circostanza, ha ritenuto l’aeromobile un elemento unico e rievocativo della storia e della cultura – aeronautica, ma non solo – del nostro Paese. Per questo motivo, assieme alla ricostruzione del Dc9, verranno allestite aree dedicate ai personaggi illustri che hanno volato a bordo dell’aereo.

Volandia potrà infatti valorizzarlo esponendolo ai tanti appassionati di aeronautica e di storia che ogni anno visitano il museo, e ricostruendo – in tal senso è stata avviata una collaborazione con il museo delle cere di Roma – anche la scena della famosa partita a carte tra il Presidente Pertini, il commissario tecnico Enzo Bearzot, il capitano Dino Zoff e Franco Causio.

(Museo Volandia)

By | 8 maggio 2016|Air News, Volandia|
Load More Posts