Ricardo

Circa Ricardo Baldassarre

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Ricardo Baldassarre ha creato 342 post nel blog.

Presentazione del Libro “Concorde – L’aeroplano supersonico civile”

Siamo lieti di invitarvi all’evento di presentazione del libro “Concorde – L’aeroplano supersonico civile” che si terrà Sabato 21 Dicembre alle ore 15.30 presso la Sala Conferenze MUSEO AGUSTA, in Via Giovanni Agusta 506 a Cascina Costa.

All’evento saranno presenti gli autori Domenico Binda, Massimo Dominelli, Nur El Gawohary e Giuseppe Lapenta.

Sinossi del libro “Concorde – L’aeroplano supersonico civile”

Nel primo pomeriggio del 2 marzo 1969 gli uomini in servizio nelle torre di controllo dell’aeroporto francese di Tolosa/Blagnac autorizzavano al decollo il Concorde 001.

Quel primo decollo aveva una doppia valenza poiché realizzava un incredibile passo avanti nell’evoluzione della tecnologia, sotto alcuni aspetti non esclusivamente aeronautica, rivoluzionando, nel contempo, l’industria del trasporto aereo mondiale.

In termini tecnici parliamo dell’impiego di nuove soluzioni aerodinamiche, materiali costruttivi mai utilizzati in precedenza parimenti a procedure e strumenti per la fabbricazione in elevatissima percentuale  innovativi  non dimenticando un’organizzazione produttiva e logistica estremamente complessa messa a punto tra due nazioni profondamente diverse nella Storia come nelle tradizioni e abitudini non meno che nella lingua.

La rivoluzione nel trasporto aereo consisteva, invece e soprattutto, nella velocità del viaggio arrivando, grazie al “gioco” dei fusi orari, oltre l’oceano Atlantico prima della partenza dall’Europa.

Con un unico rivale, il sovietico Tupolev TU-144, chiamato anche Concordoski  per una serie di similitudini  comunque discutibili, il Concorde  era in linea in 14, e in seguito 13, esemplari e unicamente nei colori di due aviolinee cioè Air France e British Airways  ricordando certo la Singapore Airlines che, per un periodo limitato, vestiva con la sua livrea un lato di uno dei supersonici della flotta del vettore britannico. 

Frequentato regolarmente da Presidenti, Regine e Ministri, VIP dello spettacolo e dello sport nonché da un facoltoso pubblico d’affari  per il quale il tempo è realmente denaro, nell’arco di poco superiore a due decenni si rivelava commercialmente un velivolo sempre meno proficuo per i rispettivi operatori a causa di elevati costi di manutenzione e consumi di carburante (circa 100 tonnellate di cherosene per trasportare non più di 100 viaggiatori) che si affiancavano, nel tempo, al prezzo d’acquisto unitario dell’aeromobile.

Nell’estate del 2000 uno dei Concorde di Air France precipitava in fiamme su un hotel a Gonesse, in Francia, nelle vicinanze dello scalo parigino di Charles De Gaulle da dove era partito.

L’incidente, insieme ad una significativa diminuzione del numero dei passeggeri presenti su ogni collegamento di linea e ad un progressivo quanto consistente incremento del prezzo del carburante, ne decretava il tramonto operativo nel triennio successivo relegandolo a star di alcuni musei aeronautici in più di un continente. Intramontabile è il ricordo non esclusivamente per quanti lo hanno disegnato, fabbricato, collaudato e volato anche solo una volta ma per tutti noi testimoni del nostro tempo.

C’est Concorde, un’icona incontestabile dell’Era Moderna. 

Autori: Domenico BINDA, Massimo DOMINELLI, Nur EL GAWOHARY e Giuseppe LAPENTA

Pagine 288, più di 400  fotografie, delle oltre 350 a colori, insieme a disegni tecnici, profili e documenti esclusivi

Copertina flessibile, rilegatura in brossura, formato cm 21,5 x cm 28

Editore Luckyplane S.n.C. 

Prezzo di copertina Euro 45,00

Di |2019-12-10T23:00:02+01:0010 Dicembre 2019|Avvisi agli associati, Libri|

S7 Airlines inaugura i nuovi collegamenti diretti da Milano Malpensa a Mosca

S7 Airlines, membro dell’alleanza globale oneworld, aprirà nuovi collegamenti diretti da Milano Malpensa a Mosca dal prossimo 25 dicembre 2019.

I voli, fino a 7 collegamenti settimanali, partiranno dall’aeroporto di Mosca Domodedovo alle 11:35 per arrivare a Milano Malpensa alle 13:15 locali. Il ritorno partirà da Milano alle 14:15 per arrivare a Mosca alle 19:50. I collegamenti verranno operati con aeromobili Airbus A320.

S7 Airlines continua ad espandersi in Italia contando collegamenti diretti su ben 11 aeroporti.

“Con S7 aggiungiamo un nuovo vettore ed un nuovo hub, Mosca Domodedovo, alla nostra rete di collegamenti da e per Malpensa, migliorandone ulteriormente qualità e capillarità del network. S7 sarà il quarto vettore russo ad operare su Malpensa e andrà a soddisfare la crescente domanda sulla Russia, un mercato da 730.000 passeggeri annui, con ancora una consistente quota (22%) di flussi indiretti: la Lombardia è infatti la regione italiana con i volumi più alti di traffico con stop intermedio di connessione”, dichiara Andrea Tucci, V.P. Aviation SEA.

“La partnership di codeshare fra S7 ed Air Italy – continua Tucci – potrà poi garantire ulteriore connettività in partenza da Mosca, da un lato, grazie alla vasta rete di collegamenti interni di S7 (45 destinazioni in Russia e 13 destinazioni nelle ex repubbliche sovietiche della Comunità degli Stati Indipendenti) e in partenza da Milano, dall’altro, con le prosecuzioni di Air Italy sui voli attivi nello scalo di Malpensa (7 destinazioni nel sud Italia e 14 destinazioni internazionali, di cui 5 in nord America)”.

Tutti i partecipanti al programma frequent flyer “S7 Priority” che utilizzeranno il volo Milano Mosca avranno diritto a un bonus di 710 miglia che potranno essere accumulate per la richiesta di voli premio o servizi aggiuntivi.

Ad oggi, S7 Airlines opera voli diretti dai principali capoluoghi italiani: Roma, Napoli, Torino, Catania, Bari, Genova, Pisa e Cagliari sono collegati direttamente con Mosca, mentre Verona ed Olbia offrono collegamenti diretti sia con Mosca che con San Pietroburgo.

I biglietti per i voli di S7 Airlines sono disponibili sul sito www.s7.ru, attraverso dispositivi mobili grazie alle applicazioni per Apple e Android, ed in tutte le agenzie di viaggio Italiane.

Ufficio Stampa SEA – S7 Airlines – Photo Credits: SEA

Di |2019-12-05T20:04:54+01:005 Dicembre 2019|Air News, Compagnie aeree, Malpensa|

Assemblea Associati + Pizzata – Sabato 14 Dicembre 2019

Avviso a tutti gli Associati

Sabato 14 dicembre si terrà, presso la nostra Sede in via Santa Maria 60 a Ferno, una Assemblea nella quale verranno commentati e discussi:

  • resoconto dell’Anno 2019 in tutti i suoi aspetti
  • relazione riguardo alle attività future
  • varie ed eventuali

Alle ore 16 è previsto il ritrovo e l’inizio dell’Assemblea avverrà alle ore 16.30.

In seguito ci potremo scambiare gli Auguri di un Felice Natale e di Buon Anno, davanti a una pizza, alla Pizzeria S. Martino di Ferno.

Di |2019-12-02T14:55:37+01:002 Dicembre 2019|Avvisi agli associati|

Pubblicato la campagna iscrizioni e il calendario 2020

Abbiamo pubblicato la nuova campagna iscrizioni 2020 assieme al calendario con 19 eventi già disponibili per gli Associati Clipper.

Troverete inoltre il Regolamento 2020 valido per lo spotting a Malpensa e il modulo per la prenotazione degli eventi.

Di |2019-12-01T17:25:22+01:001 Dicembre 2019|Avvisi agli associati|

Calendario fotografico 2020: mandateci le vostre foto!

Avviso riservato ai soli associati di Clipper

Vi volevamo informare che per l’anno 2020 verrà stampato il calendario dell’Associazione con foto aeronautiche. 

Chiediamo a tutti i nostri associati di inviarci le vostre foto più belle che avete scattato a Malpensa sia durante i nostri eventi landside, che da fuori. 

Questi sono i requisiti richiesti:  

Numero immaginiMassimo 2 immagini
Luogo delle immaginiLe immagini devono essere state scattate obbligatoriamente a Malpensa nel 2019
Dimensione immaginiLa larghezza delle immagini devono essere minimo 2048px.
Qualità immagineAl fine di ottenere la massima definizione, si consiglia di salvare l’immagine in formato JPG con un fattore di compressione basso (file di maggiori dimensioni). Si raccomanda di contrastare al meglio le immagini, anche solo con i controlli luminosita’/contrasto, per ottenere maggiore resa cromatica, in particolare per quanto riguarda i soggetti piu’ vicini. Prestare attenzione al raddrizzamento degli orizzonti, tenendo come eventuale riferimento elementi anche a sviluppo verticale, quali edifici o tralicci, preferibilmente quelli più al centro dell’immagine
Dati dell’immagineL’immagine non dovrà essere modificata con l’apposizione della data o del nome dell’autore.
Nome dei fileRinominare le due immagini con il vostro cognome
Invio delle fotoInviare le due foto insieme al vostro nome, cognome, dati EXIF se disponibili e la data di scatto all’indirizzo segreteria@airclipper.com 
Termine ultimo per l’invio15 novembre 2019

Le migliori, a nostro insindacabile giudizio, verranno stampate sul calendario 2020 che verrà omaggiato ai soci in regola con il pagamento della quota per il prossimo anno. 

Il calendario verrà stampato con dodici foto e sarà possibile appenderlo per poter rivivere mese per mese un anno storico per Malpensa, che grazie al Bridge di Linate, ha vissuto un’estate a ritmi impressionanti.

Aspettiamo i vostri scatti!

Di |2019-10-16T09:33:09+02:0016 Ottobre 2019|Avvisi agli associati|

AVVISO – Sessione di spotting dell’11 novembre cancellata

Si informano gli associati che la sessione di spotting prevista per domenica 11 novembre è cancellata.

Non è stato possibile infatti assicurare la presenza costante del referente dell’associazione a causa di impreviste ragioni personali.

Ci scusiamo con i partecipanti iscritti, ricordando loro che il contributo anticipato sarà recuperato in una delle prossime sessioni.

Per eventuali chiarimenti, è possibile ricevere ulteriori informazioni sul numero 347-4308794.

Ci scusiamo per il disagio.

La Segreteria

Di |2019-04-21T23:12:31+02:001 Novembre 2018|Air News, Avvisi agli associati|

EuroSpottingTour2018: Flughafen trip

La Opel Astra scalpita in garage. Vuole ancora portarci in giro per l’Europa alla ricerca di chicche aeronautiche e farci divertire come quattro ragazzini.

Già, quattro, perchè il buon Paolo ci accompagna anche quest’anno dopo il viaggio in aereo di Londra Heathrow. Quindi, ricapitoliamo: ci siamo, come al solito, io (Fabio); Ricardo, Daniele, Paolo, la mitica moka e un baule equamente diviso tra borse per macchina fotografiche e trolley.

Dove andiamo? In realtà ce l’avevamo già in mente da due anni, di fare un giro tra gli aeroporti tedeschi, da cui il titolo Flughafen Trip. Iniziamo da Monaco di Baviera.

Purtroppo il meteo non ci aiuta, una fitta pioggia ci accompagna per quasi tutta la strada. Nelle pause che inframezziamo durante i quasi 600 km che ci separano dalla capitale della Baviera, ovviamente la moka ci rinvigorisce e ci riscalda dai gradi che la colonnina di mercurio ci dice essere intorno ai 15…

Passiamo da Svizzera e Austria, sfiancando il lago di Costanza e attraversando la Baviera. Una grande M ci avvisa che siamo arrivati nel circondario dell’aeroporto di Monaco, che, ricordiamo, è intitolato a  Franz Josef Strauss (IATA: MUC, ICAO: EDDM). Alcuni dati: 45 milioni di passeggeri nel 2017, secondo aeroporto in Germania, 2 piste con due terminal piazzati proprio in mezzo e una discreta fotogenicità.

Già, perchè ci sono posti dove poter fotografare in tutta tranquillità, prima tra tutte la collinetta artificiale in mezzo alle piste, con annesso parco dedicato all’aviazione con un Lockheed Super Constellation (registrazione D-ALEM), un Junkers Ju 52 / 3m (D-ANOY) entrambi in livrea Lufthansa e un Douglas DC-3 (HB-IRN) di Swissair. Si pensi che per un breve lasso di tempo, subito dopo l’inaugurazione dell’aeroporto nel 1992, questo parco superò come numero di visite il famoso Castello di Neuschwanstein. Purtroppo parcheggiare l’auto non è stato facile, a causa di alcuni lavori, ma almeno è stato gratuito.

Dalla collinetta ammiriamo gli arrivi e le partenze che si succedono da un lato e dall’altro, con i più nuovi Airbus A350 di Lufthansa che sono basati qui. Ad un certo punto arriva anche un’astronave… ah, no, è il Dreamliner di ANA in livrea Star Wars, di rara bellezza. Il tempo ci concede poco prima che inizi a piovere di nuovo.

Ci trasferiamo quindi lungo il perimetro esterno del sedime aeroportuale, e ci rechiamo su un’altra collinetta di recente costruzione, da dove ammirare i decolli e gli atterraggi della pista più a sud. Non male la vista da qui, ed il parcheggio è proprio sotto, anche se non di dimensioni notevoli.

La notte la passiamo in un albergo che ci sentiamo di consigliare per la gentilezza e la vicinanza all’aeroporto oltre al buonissimo ristorante in stile bavarese, qui il link.

Il giorno successivo troviamo ancora pioggia anche se intermittente, ma sempre un po’ fastidiosa. Facciamo il percorso che gira attorno all’aeroporto e ci fermiamo vicino a quello che sulle mappe viene segnato come un lago artificiale. E tale è, dato che serve per regolare il flusso delle acque, più o meno come una vasca di laminazione. Dagli argini, raggiungibili a piedi, si osservano e si fotografano benissimo gli atterraggi sulla pista 26R. La luce, o quello che ne rimaneva, non era granchè, quindi abbiamo preso la strada asfaltata in direzione Frankfurt.

Peccato, perchè secondo noi il Franz J. Strauss merita una visita approfondita e con un meteo migliore. Le location sono molteplici e il traffico non manca di sicuro, forte della presenza di mamma Lufthansa che, come detto, ha basato qui i propri A350 insieme a qualche A380.

Ma, se a qualcuno piace ancora vedere la Regina dei Cieli, ovvero il Boeing 747 oppure i sempre bellissimi McDonnell Douglas MD-11, bisogna recarsi a Francoforte.

Premettiamo che, nonostante tutte le volte che ci siamo stati, questo aeroporto non ci stanca mai, vuoi per l’incredibile numero di voli, vuoi per le location dove poter fotografare. Ovviamente se pensate di farvi un giro qui in aereo, è necessaria un’auto per potervi spostare.

Quest’anno ci siamo concentrati maggiormente su tre spotting point: quello a lato della pista verso sud, quello sulla pista nuova e quello sopra l’autobahn.

Come al solito gli special non mancano e, durante questi due giorni, ci siamo imbattuti nel 777 Star Wars di ANA, atterrato davanti a noi sulla pista nuova. E anche nello special dei 100 anni di Icelandair, atterrato sulla pista centrale, nonostante un gruppo di fotografi toscani ci abbia consigliato di spostarci sulla pista nuova. Eh, no, cari… stranamente questa volta la fortuna era dalla nostra!

Poi anche l’MD11 Lufthansa Cargo “Human Care cargo” (quello con le orme dei piedi dipinte sulla fusoliera), dedicato ai 10 anni dalla fondazione della medesima organizzazione dedita agli aiuti per le popolazioni del Kenya. E ancora gli special di Lufthansa, cioè il 5starhansa dedicato alla vincita delle 5 stelle di Skytrax, o il 747 old livery, veramente spettacolare, il 777 di Etihad con la livrea Year of Zayed, il 737 di SunExpress dedicato a Peter Hase.

Ci siamo appoggiati, per le notti, ad un hotel appena restaurato gestito da un italiano residente da diversi anni vicino all’aeroporto, in quel di Morfelden. Stanze spaziose e pulitissime! Qui il link.

E, come ogni anno, tappa fissa alla Mela d’oro, Goldener Apfel, qui il link. Annaffiate di birra weiss, le nostre schnitzel ce le ricorderemo fino alla prossima volta.

Fabio Zocchi

Galleria fotografica di Ricardo Baldassarre

1° giorno:  MUC – Monaco di Baviera  (19 foto)

2° giorno:  MUC – Monaco di Baviera  (19 foto)

2° giorno:  FRA – Frankfurt Am Main  (37 foto)

3° giorno:  FRA – Frankfurt Am Main  (99 foto)

4° giorno:  FRA – Frankfurt Am Main  (26 foto)

Di |2018-09-26T00:43:52+02:0027 Settembre 2018|Spotting|

15 Settembre 2018 – Clipper Day National Seconda Edizione

A grande richiesta torna a ad essere replicato sabato 15 settembre l’evento che vede riunite a Malpensa le associazioni spotteristiche italiane i cui aderenti non hanno potuto partecipare in occasione della prima sessione dello scorso maggio.

L’aeroporto di Milano Malpensa torna ancora ad essere per gli appassionati la più ambita vetrina italiana di compagnie aeree e aeromobili da osservare e immortalare in fotografia dall’interno dell’Airside.

Ancora una volta Malpensa al centro degli “obiettivi” dei numerosi appassionati e spotters di tutt’Italia in un secondo raduno che abbiamo volutamente realizzare in uno dei mesi dell’anno che consideriamo, rispetto a maggio, uno dei piu adatti ai fini della qualità delle immagini che i nostri amici andranno a realizzare.

Nello stesso tempo, non possiamo che apprezzare le associazioni italiane che prenderanno parte a questa esperienza del 15 settembre: provenienti da Milano Malpensa: MSG – Malpensa Spotters Group; da Verona: VRN Spotters Group; da Bergamo; Orio Spotters, da Genova: GOA Spotters; da Venezia NES North East Spotters; da Pisa: Tuscan Aviation; da Bologna: Vola Bologna; da Torino ASA 2000.

Non possiamo fare altro che ringraziare SEA, il Gestore degli aeroporti milanesi unitamente agli Enti di Stato che ci consentono di proseguire nel nostro impegno più che ventennale di divulgazione della cultura per l’aviazione commerciale.

Di |2018-09-10T21:41:15+02:005 Settembre 2018|Avvisi agli associati, Malpensa, Spotting|
Carica altri articoli