Fabio

Circa Fabio Zocchi

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Fabio Zocchi ha creato 455 post nel blog.

Ryanair aumenta gli aerei a Malpensa e Bergamo

Ryanair, la compagnia No.1 in Italia, ha annunciato oggi (13 febbraio) che, a seguito del collasso di Air Italy, introdurrà 2 ulteriori aeromobili nelle sue basi di Milano – uno a Bergamo e uno a Malpensa – che rappresentano un investimento aggiuntivo di 200 milioni di dollari. Ryanair ha inoltre annunciato 8 nuove rotte su Milano per l’inverno 2020, tra cui 3 ripristini e voli aggiuntivi sulle destinazioni esistenti, che verranno rivelati a breve termine.

Con 109 rotte in totale, la programmazione di Ryanair da Milano per l’inverno 2020 trasporterà oltre 14,5 milioni di clienti all’anno e supporterà oltre 11.000* posti di lavoro presso le basi di Ryanair a Milano.

La programmazione di Ryanair da Milano per l’inverno 2020 prevederà:

A Milano Bergamo

  • 1 aeromobile aggiuntivo ($100m di investimento) – 18 in totale
  • 4 nuove rotte:
    • Banja Luka (bisettimanale)
    • Trapani (4 voli a settimana)
    • Norimberga (5 voli a settimana)
    • Tenerife-Sud (5 voli a settimana) ripristinate
  • Voli aggiuntivi sulle rotte esistenti (TBA)
  • 84 rotte in totale, tra cui Yerevan (introdotta a gennaio)
  • 11,7 milioni di clienti all’anno
  • 775* posti di lavoro in loco

A Milano Malpensa

  • 1 aeromobile aggiuntivo ($100m di investimento) – 6 in totale
  • 4 nuove rotte:
    • Barcellona (9 voli a settimana),
    • Cagliari (giornaliero) &
    • Alghero (4 voli a settimana)
    • Tenerife-Sud (bisettimanale) ripristinata
  • Voli aggiuntivi sulle rotte esistenti (TBA)
  • 25 rotte in totale
  • 3,03 milioni di clienti all’anno
  • 272* posti di lavoro in loco

Ryanair sta inoltre valutando con l’aeroporto di Olbia Airport la possibilità di introdurre una seconda base in Sardegna, che contribuirebbe a supportare la connettività regionale in Italia, il turismo internazionale, il traffico e il lavoro.

 I viaggiatori in partenza da Milano possono prenotare da ora le loro vacanze fino a Marzo 2021, volando con le tariffe più basse e a bordo della compagnia più green/pulita in Europa, con le emissioni di CO2 più basse.

Per festeggiare l’introduzione di questi due aeromobili aggiuntivi, Ryanair ha lanciato una promozione con tariffe a partire da soli 9,99 Euro sulle rotte italiane, per viaggiare fino alla fine di aprile 2020 e valide per prenotazioni entro la mezzanotte di sabato (15 febbraio), solo sul sito di Ryanair.

A Milano, David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair ha dichiarato:

 Ryanair è lieta di annunciare l’introduzione di altri due aeromobili basati a Milano, per un investimento aggiuntivo di 200 milioni di dollari. Con questo impegno siamo felici di offrire un ulteriore supporto alla connettività regionale, al turismo, alla crescita, al traffico e al lavoro. Il collasso di Air Italy evidenzia l’importanza delle affidabili connessioni regionali dirette di Ryanair, disponibili a tariffe basse. Questo ultimo crollo di una compagnia aerea mette in luce il pericolo costituito dalla cosiddetta “Addizionale Comunale”, che carica un peso intollerabile sugli aeroporti regionali più piccoli. I soli passeggeri di Air Italy hanno pagato oltre 30 milioni di euro di tasse municipali, la maggior parte delle quali va a ex dipendenti Alitalia anziché ai Comuni.

 La programmazione di Ryanair per l’inverno 2020 comprende in totale 109 rotte, che porteranno oltre 14,5 milioni di clienti all’anno agli aeroporto di Milano. Ryanair sta discutendo con l’aeroporto di Olbia la possibilità di introdurre una seconda base in Sardegna per supportare ulteriormente la connettività italiana tutto l’anno.

 Per festeggiare l’introduzione di questi due nuovi aeromobili, Ryanair ha lanciato una promozione con tariffe a partire da soli 9,99 Euro sulle rotte italiane, per viaggiare fino alla fine di aprile 2020 e valide per prenotazioni entro la mezzanotte di sabato (15 febbraio). Dal momento che queste incredibili tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com per non perdere l’occasione”.

* Una ricerca condotta da ACI-Airport Council International conferma che ogni milione di passeggeri crea fino a 750 posti di lavoro in loco negli aeroporti internazionali.

(Ufficio stampa Ryanair)

Di |2020-02-14T06:05:10+01:0014 Febbraio 2020|Air News, Compagnie aeree, Malpensa|

Blue Panorama scambia i 767 con i 330

Blue Panorama, vettore basato a Malpensa, opererà dalla prossima stagione estiva i voli su Cuba con degli A330. Seguendo il post dei nostri amici di MSG, sarà proprio l’A330 di LukeAir. I 767 verranno progressivamente sostituiti dagli A330-200. Questo l’orario schedulato al 13 Febbraio:

Milano Malpensa – Holguin – Havana – Milano Malpensa dal 09 Mag ’20 A330 rimpiazza 767, 1 volo alla settimana
BV1618 MXP 1530 – 2010 HOG 2110 – 2235 HAV 0030+1 – 0430+1 MXP 330 6

Milano Malpensa – Santo Domingo – Havana – Milano Malpensa dal 08 Mag ’20 A330 opererà 1 volo settimanale
BV1540 MXP 1315 – 1735 SDQ 1915 – 2045 ANU 2145 – 1235+1 MXP 330 5

Articolo originale tradotto da Routes Online

Di |2020-02-13T15:14:04+01:0013 Febbraio 2020|Rotte Malpensa|

Svelata la nuova livrea Aegean

Svelata, dopo una lunga attesa, la nuova livrea che accompagnerà la compagnia aerea ellenica per i prossimi anni. La livrea, sulla falsariga delle altre nuove livree eurowhite, ha un logo tutto nuovo sul timone di coda, e caratteri che per colori e posizione la fanno distinguere immediatamente dalla vecchia livrea Aegean.

A vestire la nuova livrea saranno i nuovi Airbus A320 NEO (New Engine Option) che portano le matricole SX-NEO, SX-NEA e SX-NEB.

Nei prossimi 6 anni, Aegean investirà più di 500 milioni di Euro per la rimodernizzazione della flotta, con l’arrivo nella prima metà del 2020 di ben 6 A320Neo/A321Neo. I nuovi A320Neo sono configurati con cabine da 180 posti divise in due classi.

Foto dal sito it.aegeanair.com

Di |2020-02-12T20:37:09+01:0012 Febbraio 2020|Air News, Compagnie aeree|

Riduzione per Air India

Il vettore indiano AirIndia, per l’orario estivo 2020, ha operato diversi aggiustamenti nel proprio network. Per quanto riguarda Milano Malpensa, i voli passano da 4 a 3 alla settimana.

Delhi – Milano Malpensa 31 Mar ’20 – 06 Set ’20 riduzione da 4 a 3 voli settimanali.

Articolo originale tradotto da Routes Online

Di |2020-02-12T18:12:53+01:0011 Febbraio 2020|Rotte Malpensa|

ANA porta il 787 al posto del 777

Una delle novità dell’estate 2020 a Malpensa, All Nippon Airways, ha modificato il velivolo destinato a coprire la nuova rotta Tokyo Haneda – Milano. Al posto del Boeing 777, arriverà il B787-9 Dreamliner da 215 posti con questi orari:

Tokyo Haneda – Milano Malpensa dal 20 Apr ’20 3 voli settimanali (giornaliero dal 10 Lug ’20)
NH207 HND 0055 – 0620 MXP 789 146
NH208 MXP 1210 – 0700+1 HND 789 146

Articolo originale tradotto da Routes Online

Di |2020-02-11T17:39:56+01:0011 Febbraio 2020|Rotte Malpensa|

Air Italy cessa le operazioni

A seguito dell’Assemblea degli azionisti di Air Italy (Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding S.p.A.) che ha deliberato la liquidazione in bonis della società, e con l’obiettivo di minimizzare il disagio per i passeggeri in possesso di biglietti Air Italy, si informano i passeggeri che:

Dall’11 al 25 febbraio 2020 incluso tutti i voli Air Italy saranno operati da altri vettori agli orari e nei giorni già previsti; tutti i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza o in arrivo in date successive al 25 febbraio saranno riprotetti o rimborsati integralmente.

Più in dettaglio:

  • Tutti i voli previsti (in andata o ritorno) fino al giorno 25 febbraio 2020 compreso (incluse le prime partenze del mattino del 26 febbraio 2020 per voli domestici con destinazione Malpensa e dall’aeroporto di Male e Dakar) saranno regolarmente operati, senza alcuna modifica rispetto alle date e agli orari previsti e alle medesime condizioni di volo. I passeggeri potranno volare utilizzando il biglietto in loro possesso. Alternativamente, i passeggeri potranno sempre optare per il rimborso integrale del biglietto, scrivendo all’indirizzo email refunds@airitaly.com (o rivolgendosi alla propria agenzia di viaggi) entro l’orario di partenza del volo.
  • Per i biglietti con andata entro il 25 febbraio 2020 e ritorno dopo il giorno 25 febbraio 2020:
    • – il viaggio di andata sarà regolarmente operato, senza alcuna modifica rispetto alle date e agli orari inizialmente previsti e alle medesime condizioni di volo; per il volo di ritorno ai passeggeri sarà offerta un’opzione di viaggio sul primo volo disponibile di altro vettore, i cui dettagli saranno forniti a partire dal 18 febbraio 2020 chiamando il numero dall’Italia: 892928,dall’estero: +39078952682, dagli Usa: +1 866 3876359, dal Canada +1 800 7461888, o rivolgendosi all’agenzia di viaggi nel caso di acquisto tramite tale canale.
    • – Alternativamente i passeggeri potranno optare per la rinuncia delle tratte non fruite e il conseguente rimborso, scrivendo all’indirizzo email refunds@airitaly.com (o rivolgendosi all’agenzia di viaggi nel caso di acquisto tramite tale canale) entro l’orario di partenza del volo.
  • Per i biglietti relativi a voli con andata e ritorno dopo il giorno 25 febbraio 2020:
    • – Se acquistati direttamente via web (portale Air Italy) o contact center Air Italy saranno integralmente rimborsati secondo modalità che saranno fornite via email o scrivendo all’indirizzo refunds@airitaly.com
    • – Se acquistati tramite biglietteria Air Italy saranno integralmente rimborsati presentandosi ad una qualsiasi biglietteria Air Italy
    • – Se acquistati tramite agenzia di viaggi sarà necessario per il rimborso o per soluzioni alternative di viaggio, rivolgersi all’agenzia stessa.

Tutte le prenotazioni per le quali il titolo di viaggio non sia stato perfezionato tramite l’acquisto del biglietto decadranno automaticamente. Per maggiori informazioni, è a disposizione il numero verde dall’Italia: 892928, dall’estero: +39078952682, dagli Usa: +1 866 3876359, dal Canada +1 800 7461888.

Finisce l’avventura della seconda compagnia aerea italiana, tutti noi di Clipper ci stringiamo a tutti i lavoratori coinvolti.

(Comunicato stampa Air Italy)

Di |2020-02-11T18:39:50+01:0011 Febbraio 2020|Air News, Compagnie aeree, Malpensa|

Ultimo paio di ali per l’A380

Come sapete Airbus ha deciso l’interruzione definitiva della costruzione dell’A380, vista la mancanza di ordini significativi. Il consorzio europeo aveva messo in piedi una supply chain di tutto rispetto per l’assemblaggio del più grande aereo passeggeri al mondo.

Infatti i vari pezzi arrivano alla Final Assembly Line di Tolosa da Inghilterra, Spagna e Germania. E proprio dalla fabbrica di Broughton, nel Galles, il 7 febbraio, sono uscite le ultime ali destinate all’ultimo A380 che verrà costruito e che verrà consegnato l’anno prossimo a  Emirates.

Dall’Inghilterra le ali arriveranno quindi in Francia, a St.Nazaire, per poi essere portate via nave a Paulliac. Da qui, attraverso trasporti eccezionali e strade costruite appositamente, verranno portate a Tolosa. Questo viaggio, chiamato in francese Itinéraire à grand gabarit (itinerario per veicoli eccezionali, in pratica), è addirittura segnalato su un sito apposito, dove poter seguire i convogli eccezionali. Il sito è : igg.fr , ovviamente in francese.

Di |2020-02-09T16:20:11+01:009 Febbraio 2020|Air News, Costruttori|

Eva Air rinvia il debutto

Il vettore taiwanese, al debutto nello scalo di Milano Malpensa, rinvia l’arrivo a Maggio/Giugno, secondo Airlineroute. Questo slittamento è essenzialmente dovuto all’epidemia di Coronavirus, che di fatto ha bloccato tutti i voli da e per la Cina.

Taipei Taoyuan – Milano Malpensa Pianificato con 4 voli alla settimana dal 18 Feb ’20, si rimanda al 18 Mag ’20. Dal NOTAM italiano, le prenotazioni sono bloccate fino al 27 Aprile. Il vettore ha esteso il blocco fino al 16 Maggio.

BR071 TPE2340 – 0715+1MXP 77W x357
BR072 MXP1150 – 0630+1TPE 77W x146

Articolo originale tradotto da Routes Online

Di |2020-02-08T23:00:33+01:008 Febbraio 2020|Rotte Malpensa|

South African con i nuovi Airbus A350

Alzi la mano chi, tra i nostri soci e tra i nostri lettori, non ha mai curiosato su Flightradar24 dal divano dopo cena! E nella miriade di voli che ci passa sopra la testa, uno di questi è il volo da Francoforte sul Meno a Johannesburg di South African Airways.

Dall’inizio di febbraio, al posto del classico ed un poco vetusto Airbus A340-600, la compagnia sudafricana ha introdotto il ben più moderno airbus A350-900. Ecco il motivo per cui, magari nelle serate senza vento e con cielo limpido, non sentite più il quadrimotore passare e tagliare la Lombardia da nord a sud.

Anche se la South African Airways non se la passi bene dal punto di vista finanziario, con il rischio della messa a terra di tutta la flotta, ha ricevuto infatti ben quattro nuovi A350, due provenienti da Air Mauritius, e due ex Hainan. 

Per la precisione i due ex Air Mauritius, non ritirati dalla compagnia di Port Louis, sono quelli immatricolati ZS-SDE/ ZS-SDF, configurati con una configurazione da 326 posti (26 Business, 298 Economy). 

Gli altri due (ZS-SDC / ZS-SDD), costruiti per LATAM, mai ritirati dalla compagnia sudamericana, hanno volato per un anno scarso per Hainan, per poi passare a South African Airways. Sono configurati con 339 posti (30 posti in Business e 309 posti in Economy).

Per l’occasione è stata organizzata una piccola inaugurazione all’aeroporto di Francoforte, e queste sono le foto che ci sono arrivate da un nostro socio. 

Testo di Fabio Zocchi – Foto da Gabriele Cavallotti

Di |2020-02-08T23:00:43+01:005 Febbraio 2020|Air News, Compagnie aeree|

NUOVA DATA – Presentazione del libro sul Concorde

Siamo lieti di invitarvi all’evento di presentazione del libro “Concorde – L’aeroplano supersonico civile” che si terrà Martedì 18 Febbraio 2020, alle ore 20.45, presso la Sede di Clipper, in via S. Maria 60 a Ferno (VA).

All’evento saranno presenti gli autori Domenico Binda, Massimo Dominelli, Nur El Gawohary e Giuseppe Lapenta.

Sinossi del libro “Concorde – L’aeroplano supersonico civile”

Nel primo pomeriggio del 2 marzo 1969 gli uomini in servizio nelle torre di controllo dell’aeroporto francese di Tolosa/Blagnac autorizzavano al decollo il Concorde 001.

Quel primo decollo aveva una doppia valenza poiché realizzava un incredibile passo avanti nell’evoluzione della tecnologia, sotto alcuni aspetti non esclusivamente aeronautica, rivoluzionando, nel contempo, l’industria del trasporto aereo mondiale.

In termini tecnici parliamo dell’impiego di nuove soluzioni aerodinamiche, materiali costruttivi mai utilizzati in precedenza parimenti a procedure e strumenti per la fabbricazione in elevatissima percentuale  innovativi  non dimenticando un’organizzazione produttiva e logistica estremamente complessa messa a punto tra due nazioni profondamente diverse nella Storia come nelle tradizioni e abitudini non meno che nella lingua.

La rivoluzione nel trasporto aereo consisteva, invece e soprattutto, nella velocità del viaggio arrivando, grazie al “gioco” dei fusi orari, oltre l’oceano Atlantico prima della partenza dall’Europa.

Con un unico rivale, il sovietico Tupolev TU-144, chiamato anche Concordoski  per una serie di similitudini  comunque discutibili, il Concorde  era in linea in 14, e in seguito 13, esemplari e unicamente nei colori di due aviolinee cioè Air France e British Airways  ricordando certo la Singapore Airlines che, per un periodo limitato, vestiva con la sua livrea un lato di uno dei supersonici della flotta del vettore britannico. 

Frequentato regolarmente da Presidenti, Regine e Ministri, VIP dello spettacolo e dello sport nonché da un facoltoso pubblico d’affari  per il quale il tempo è realmente denaro, nell’arco di poco superiore a due decenni si rivelava commercialmente un velivolo sempre meno proficuo per i rispettivi operatori a causa di elevati costi di manutenzione e consumi di carburante (circa 100 tonnellate di cherosene per trasportare non più di 100 viaggiatori) che si affiancavano, nel tempo, al prezzo d’acquisto unitario dell’aeromobile.

Nell’estate del 2000 uno dei Concorde di Air France precipitava in fiamme su un hotel a Gonesse, in Francia, nelle vicinanze dello scalo parigino di Charles De Gaulle da dove era partito.

L’incidente, insieme ad una significativa diminuzione del numero dei passeggeri presenti su ogni collegamento di linea e ad un progressivo quanto consistente incremento del prezzo del carburante, ne decretava il tramonto operativo nel triennio successivo relegandolo a star di alcuni musei aeronautici in più di un continente. Intramontabile è il ricordo non esclusivamente per quanti lo hanno disegnato, fabbricato, collaudato e volato anche solo una volta ma per tutti noi testimoni del nostro tempo.

C’est Concorde, un’icona incontestabile dell’Era Moderna. 

Autori: Domenico BINDA, Massimo DOMINELLI, Nur EL GAWOHARY e Giuseppe LAPENTA

Pagine 288, più di 400  fotografie, delle oltre 350 a colori, insieme a disegni tecnici, profili e documenti esclusivi

Copertina flessibile, rilegatura in brossura, formato cm 21,5 x cm 28

Editore Luckyplane S.n.C. 

Prezzo di copertina Euro 45,00

Di |2020-02-08T22:47:19+01:0031 Gennaio 2020|Avvisi agli associati, Libri|
Carica altri articoli