Protesta

Clipper va in vacanza

Cari associati, amici e amiche appassionati di aviazione, alla vigilia delle tanto sospirate vacanze sono quì a ripercorrere, spero brevemente, un’anno di attività, se pur limitata, ed anticipare qualche progetto che, nonostante tutto, ci contraddistingue per avere sempre voglia di guardare avanti con coraggio, fiducia e voglia di fare sempre e meglio.

Nuovo Consiglio Direttivo

Il 20 Giugno scorso, in occasione della visita presso la Torre di Controllo di Malpensa, per la quale ringrazio ancora ENAV e i suoi uomini per la sempre rinnovata disponibilità, dicevo, in occasione dell’assemblea degli associati, si è proceduto ad eleggere il nostro Consiglio Direttivo per il triennio 2013-2016.

I nuovi consiglieri sono i seguenti (in ordine alfabetico): BRUNO – CAVALLOTTI – CENCI – DE SALVE RIA – JEMMA – MOLTRASIO – SCALISE – SCIACCO – ZOCCHI.

A settembre, in occasione del 1° Consiglio direttivo, si procederà all’attribuzione delle cariche sociali mentre, nel frattempo, il sottoscritto manterrà la carica provvisoria di presidente uscente e legale rappresentante.

Protesta ENAC

Come noto, la nostra protesta ad Enac sul divieto di accesso aeroportuale non ha avuto alcun riscontro e nessuna risposta da parte dell’Agenzia Italiana per l’Aviazione Civile; ciò ha manifestato, a mio parere, un chiaro ed esplicito atteggiamento di indifferenza e disinteresse nel degnarci di una semplicissima risposta, anche se negativa. Tutto questo ci ha spinto, come sapete, a segnalare la situazione al Capo dello Stato Giorgio Napolitano ma, anche in questo caso, fino a questo momento nulla.

Qualche settimana or sono, ho riproposto la questione al Ministero dei Trasporti, facendo pervenire alla segreteria del Ministro Lupi un nutrito dossier sulla vicenda, specificandone, in particolare, per quanto relativi, i danni reali a Clipper e alle associazioni collegate, il disagio culturale ed economico derivato dall’improvviso divieto e le conseguenze subite dall’indotto di un aeroporto e di un territorio che a fatica sopravvivono alla crisi.

Visita a Venezia

Nonostante svariati tentativi e contatti con Superjet International, non siamo ancora riusciti a fissare una data per la visita presso detti stabilimenti; è probabile che ciò sia dovuto al periodo prescelto nel mese di settembre, in cui numerose sarebbero le consegne dei velivoli ai clienti finali, con difficoltà del personale, così come hanno riferito, di doverci seguire durante la visita. In caso contrario è probabile lo spostamento della visita al mese di ottobre.

Terrazze Hotel Holiday Inn Express Case Nuove – Malpensa

Ricordo agli associati che è sempre possibile utilizzare le terrazze dell’Holiday Inn di case nuove per svolgere sessioni di spotting pomeridiano. I soli iscritti 2012-2013 possono accedervi comunicandolo alla reception il cui personale si accerterà della reale appartenenza a Clipper, disponendo dell’elenco degli associati. Buona Fotografia!!!

Brindisi di Capodanno in volo

Abbiamo già avuto un incontro preliminare con Livingston, volto a formalizzare un progetto per la realizzazione del volo di Capodanno 2014. Spero di poter dare qualche notizia in più al più presto o, al massimo, prima di ferragosto.

ANCHE A NOME DEL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO, AUGURO BUONE VACANZE A VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE !!!

Giorgio De Salve Ria

Di |2016-11-23T22:24:31+01:0027 Luglio 2013|Avvisi agli associati|

La nostra protesta approda al Quirinale

Non avrei mai immaginato di coinvolgere perfino il nostro Presidente ma, a fronte di una vicenda tutt’altro che conclusa, anzi, ancora scottante per l’evidente disinteresse al dialogo e per la mancata disponibilità di ENAC nel dar seguito alle nostre legittime richieste di ascolto, non ho potuto evitare di segnalare quello che posso definire un’atto di pura discriminazione.

Per questo, in virtù della mia convinta responsabilità di salvaguardare, con paziente gradualità e a qualsivoglia livello istituzionale, la nostra dignità di “persone” appassionate di aeronautica, ho bussato alla porta della massima Carica dello Stato, come supremo garante di quei fondamentali diritti che qualcuno ci ha sottratto.

Ho inviato quest’oggi al Presidente Giorgio Napolitano una missiva in cui ho delineato la nostra assurda vicenda, pregandolo di intervenire a difesa delle nostre aspettative e in particolare del nostro diritto alla cultura, in ogni sua forma e condizione di partecipazione.

Forse non era il momento adatto ma, a pensarci bene, i nostri diritti non hanno tempo e quindi prescindono anche dalle “agende politico-istituzionali”.

Al momento preferisco non pubblicarne il contenuto, che peraltro potete ben immaginare, anche perché spero che la vicenda abbia un seguito, positivo, negativo o comunque motivato e, come purtroppo avviene generalmente, essa non vada ad esaurirsi nel dimenticatoio, tra l’indifferenza e il cinismo della burocrazia italiana.

Giorgio De Salve Ria

Di |2016-11-16T20:39:48+01:0013 Marzo 2013|Avvisi agli associati|