Costruttori

Air Mauritius prende in consegna il suo primo Airbus A330NEO

Air Mauritius ha preso in consegna il suo primo A330-900, in leasing da ALC, durante una cerimonia che si è svolta a Tolosa. Il vettore nazionale della Repubblica di Mauritius è il primo operatore di A330neo con sede nell’emisfero sud e il primo vettore al mondo a gestire una flotta combinata di A330neo e A350 XWB.

Beneficiando dell’imbattibile economia operativa dell’A330neo e dalla pluripremiata cabina Airspace, l’aeromobile, denominato Aapravasi Ghat in omaggio alla storia di Mauritius, sarà configurato in due classi, con 28 poltrone in Classe Business e 260 poltrone in Classe Economy. Il vettore utilizzerà l’aeromobile sulle rotte che collegano Mauritius all’Europa (principalmente Londra e Ginevra), all’India e al Sud-Est asiatico e per destinazioni regionali, tra cui Johannesburg, Antananarivo e La Réunion.

Attualmente Air Mauritius gestisce una flotta Airbus di 9 aeromobili, che comprende due A350-900, tre A340-300, due A330-200 e due A319 sulle proprie rotte regionali e a lungo raggio.

La Famiglia A330neo è la nuova generazione dell’A330 e comprende due versioni: l’A330-800 e l’A330-900, che condividono il 99% di communalità. Questi aeromobili beneficiano della comprovata redditività, versatilità e affidabilità propria della Famiglia A330, riducendo il consumo di carburante di circa il 25 percento rispetto ai concorrenti della precedente generazione e offrendo una gamma di funzionalità impareggiabili. L’A330neo è equipaggiato con motori Rolls-Royce Trent 7000 di ultima generazione, nuove ali che conferiscono una maggiore apertura alare, e nuovi Sharklet ispirati all’A350 XWB. Con un portafoglio  ordini a oggi di oltre 1.700 aeromobili da 120 clienti, l’A330 è la Famiglia widebody più popolare di sempre.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-04-19T12:29:19+02:0019 Aprile 2019|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

TAP Air Portugal prende in consegna il suo primo Airbus A321LR

TAP Air Portugal, con sede a Lisbona, ha preso in consegna il suo primo A321LR dei dodici ordinati, diventando il primo vettore a gestire una flotta combinata di A330neo e A321LR. L’A321LR è l’aeromobile a corridoio singolo di grandi dimensioni più versatile e performante al mondo. Alimentato da motori CFM, l’A321LR di TAP ha una capacità di 171 posti (16 poltrone full flat in Classe Business, 48 in Classe Eco Premium  e 107 in Classe Economy).

La combinazione di A321LR e A330neo in un’unica flotta offre ai vettori una leva potente per soddisfare le esigenze del mercato del medio e lungo raggio. L’aeromobile  a corridoio singolo di nuova generazione (riduzione del 20% dei consumi di carburante) e i widebody, anch’essi di nuova generazione (riduzione del 25% dei consumi di carburante) consentono ai vettori di beneficiare di una communalità operativa  senza pari, mentre i passeggeri sperimentano standard di comfort più elevati e armonizzati.

“L’A321LR è fondamentale per i piani di espansione di TAP. Grazie alla maggiore autonomia siamo in grado di raggiungere comodamente dal Portogallo i mercati del Nord America, del Sud America e dell’Africa, e l’A321LR si integrerà perfettamente con i nostri A330neo”, ha dichiarato Antonoaldo Neves, CEO di TAP Air Portugal. “Nel Nord America questo nuovo aeromobile ci consente di esplorare le rotte della costa orientale, come New York, Boston, Montreal o Washington. In Brasile, invece, l’A321LR può aprire nuove rotte nel nord-est e rafforzare i servizi esistenti in città come Recife, Natal, Fortaleza o Salvador”, ha aggiunto. “Gli aeromobili sono dotati di poltrone full flat di Classe Business di ultima generazione e poltrone in Classe Economy estremamente confortevoli, e offrono inoltre una gamma completa di connettività e intrattenimento a bordo, nonché servizi di messaggistica gratuiti”.

L’A321LR di TAP, alla sua entrata in servizio, sarà operato sulla rotta Lisbona-Tel Aviv.

“Desideriamo congratularci con TAP Air Portugal per essere il primo vettore ad avvalersi dei vantaggi offerti dell’A321LR e dell’A330neo all’interno della stessa flotta. L’A321LR e l’A330neo lavorano in tandem e consentono di coprire perfettamente il segmento di mercato del medio raggio. Gli “Airbus NEO Midsize Aircraft” – “A-NMA” – sono una combinazione vincente. La capacità di carico senza precedenti e l‘autonomia transatlantica dell’A321LR al costo di un aeromobile a corridoio singolo, si combinano ai costi unitari impareggiabili e all’eccezionale versatilità dell’A330neo per una vera e propria capacità di lungo raggio. Entrambi sono inoltre dotati delle più moderne tecnologie e dei migliori livelli di comfort di cabina della propria categoria”, ha dichiarato Christian Scherer, Chief Commercial Officer di Airbus.

Attualmente TAP gestisce una flotta Airbus di 75 aeromobili, che comprende cinque A330neo, 13 A330ceo, 4 A340 e 45 aeromobili della Famiglia A320. La flotta a corridoio singolo comprende 21 A319ceo, 20 A320ceo, quattro A321ceo, due A320neo e sei A321neo.

L’A321LR fa parte della Famiglia A320neo, che ha fatto registrare oltre 6.500 ordini da parte di più di 100 clienti. Offre un risparmio di carburante del 30 percento e una riduzione di quasi il 50 percento dell’impronta acustica rispetto agli aeromobili di generazioni precedenti. Con un raggio fino a 4.000 miglia nautiche (7.400 km), l’A321LR è l’apripista di rotta senza rivali sul segmento a lungo raggio, dotato di una vera capacità transatlantica e di un eccezionale comfort widebody in una cabina a corridoio singolo.

L’A330neo è un vero e proprio aeromobile di nuova generazione che si basa sul successo dell’A330 e si avvale della tecnologia dell’A350 XWB. È inoltre dotato di motori di nuova generazione ad alta efficienza, nuove ali e nuove sharklet (dispositivi situati sulle estremità delle ali) derivati dalla tecnologia dell’A350.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-04-10T12:30:21+02:0010 Aprile 2019|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

LA Cina e Airbus rafforzano la loro partnership nell’aviazione civile

Airbus e China Aviation Supplies Holding Company (CAS) hanno siglato un accordo quadro (General Terms Agreement /GTA) per l’acquisto di un totale di 300 aeromobili Airbus da parte di vettori cinesi. Il GTA è stato siglato a Parigi da Guillaume Faury, Presidente di Airbus Commercial Aircraft e futuro CEO di Airbus, e da Jia Baojun, Presidente di CAS, alla presenza del Presidente cinese XI Jinping in visita ufficiale, e del Presidente francese Emmanuel Macron.

Questo GTA, che verte sull’acquisto di 290 aeromobili della Famiglia A320 e 10 aeromobili della Famiglia A350 XWB, riflette la forte domanda dei vettori cinesi per l’insieme dei segmenti del mercato, in particolare per i voli interni, per quelli low cost, per quelli regionali e per quelli internazionali di lungo raggio.

“È per noi un onore sostenere la crescita dell’aviazione civile cinese grazie alle nostre famiglie di aeromobili a corridoio singolo e di widebody”, ha dichiarato Guillaume Faury, Presidente di Airbus Commercial Aircraft e futuro CEO di Airbus. “Il rafforzamento delle nostre relazioni con la Cina dimostra la nostra costante fiducia verso questo mercato e il nostro impegno sul lungo termine nei confronti della Cina e dei nostri partner.”

Secondo le ultime previsioni sul mercato cinese effettuate da Airbus per il periodo 2018-2037, la Cina avrà bisogno di circa 7.400 nuovi aeromobili, fra cargo e passeggeri, nei prossimi 20 anni, vale a dire oltre il 19% dell’insieme della domanda mondiale che si attesta a circa 37.400 nuovi aeromobili. 

A fine gennaio 2019 la flotta Airbus in servizio presso operatori cinesi ammontava a circa 1.730 aeromobili, di cui 1.455 della Famiglia A320 e 17 aeromobili della Famiglia A350 XWB.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-03-26T07:25:54+02:0026 Marzo 2019|Air News, Costruttori|

All Nippon Airways prende in consegna il suo primo Airbus A380

Il vettore giapponese All Nippon Airways (ANA), nel corso di una cerimonia speciale svoltasi a Tolosa, ha preso in consegna il suo primo A380, diventando così il 15° operatore del più grande aeromobile passeggeri al mondo. Alla cerimonia di consegna hanno preso parte il presidente e CEO di ANA HOLDINGS, Shinya Katanozaka, e il CEO di Airbus, Tom Enders.

ANA ha ordinato tre A380 e prevede di utilizzare questi aeromobili a partire dal 24 maggio sulle popolari rotte che collegano Tokyo Narita a Honolulu. Ogni A380 di ANA sarà caratterizzato da una livrea speciale raffigurante la tartaruga marina verde hawaiana, conosciuta anche come Honu. La livrea del primo aereo è di colore blu, mentre la seconda sarà verde e la terza arancione.

L’A380 di ANA presenta una configurazione premium con una capacità di 520 passeggeri. Il ponte superiore dispone di otto suite in Prima Classe, 56 poltrone in Classe Business, completamente convertibili in letti full flat, e 73 poltrone in Classe Premium Economy. La Classe Economy è situata sul ponte principale, dove ANA offre una disposizione spaziosa in grado di ospitare 383 passeggeri, tra cui 60 in poltrone Couch. L’aeromobile è dotato dei più recenti sistemi di intrattenimento in volo di ANA, oltre alla piena connettività wi-fi in tutte le classi.

L’Airbus A380 costituisce l’opzione più efficiente per soddisfare la domanda dei vettori sulle rotte più trafficate del mondo. Questo aeromobile si è inoltre affermato come l’aereo preferito dai passeggeri di tutto il mondo, in quanto offre maggiore spazio personale in ogni classe, una cabina super silenziosa e un’esperienza di volo fluida. Attualmente sono circa 250 milioni i passeggeri che hanno già volato su questo aeromobile.

In seguito alla consegna ad ANA, sono attualmente in servizio 232 A380 presso 15 vettori che operano su 120 rotte in tutto il mondo.

Per provare l’esperienza unica di volare con l’A380, i passeggeri possono controllare i voli disponibili ed effettuare prenotazioni tramite l’app Airbus iflyA380 o il sito web dedicato.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-03-25T12:37:57+02:0025 Marzo 2019|Air News, Costruttori|

Boeing: tre cambi al vertice

Chicago,  20 marzo 2019 – Boeing ha annunciato oggi tre cambiamenti al vertice volti a rafforzare ulteriormente la presenza globale dell’azienda e le partnership:

  • Marc Allen nominato Senior Vice President Boeing e Presidente di Embraer Partnership e Group Operations;
  • Sir Michael Arthur nominato presidente di Boeing International;
  • John Slattery diventa presidente e amministratore delegato della joint venture di aviazione commerciale e servizi tra Boeing ed Embraer.

Marc Allen, 45 anni, attuale presidente di Boeing International, è stato nominato Senior Vice President di Boeing e Presidente di Embraer Partnership e Group Operations. Allen, che riporta a Dennis Muilenburg, Presidente e CEO di Boeing, diventa responsabile di Boeing per la messa in atto dell’integrazione delle operazioni tra Embraer e Boeing e, una volta che l’accordo sarà concluso, dell’esecuzione, performance finanziaria e crescita degli asset relative alla partnership con Embraer. Continuerà a svolgere le sue funzioni di membro dell’Executive Council di Boeing. Il passaggio al nuovo ruolo diventerà effettivo dal 22 aprile.

A dicembre 2018 Boeing ed Embraer avevano annunciato l’approvazione dei termini di due joint venture – una per l’aviazione commerciale e una sul KC-390 – e il governo brasiliano ha approvato entrambe a gennaio 2019. Subito dopo, il consiglio di amministrazione di Embraer ha approvato il suo sostegno all’accordo e gli azionisti Embraer l’hanno approvato a febbraio. Boeing avrà l’80% della quota di azioni della nuova azienda di aerei commerciali ed Embraer il restante 20%. Alla chiusura dell’accordo, Allen sarà al commando del Board della nuova azienda. Embraer deterrà il 51% di quote della joint venture sul KC-390, e Boeing il restante 49%. Allen sarà il presidente della joint venture sul KC-390. La chiusura della transazione è soggetta adesso all’ottenimento delle approvazioni normative e alla soddisfazione di altre condizioni di chiusura consuete, che Boeing ed Embraer contano di ottenere entro la fine del 2019.

“L’esperienza globale di Marc e le sue relazioni, la profonda conoscenza della nostra industria e la passione per le persone lo rendono straordinariamente qualificato per guidare l’integrazione di queste due aziende iconiche”, ha dichiarato Muilenburg.

Allen, entrato in Boeing nel 2007, è stato presidente di Boeing International negli ultimi quattro anni, guidando la strategia di crescita globale dell’azienda e le operazioni corporate. In precedenza, Allen ha ricoperto numerosi ruoli apicali tra i quali presidente di Boeing Capital Corporation, presidente di Boeing China, vice presidente Global Law Affairs e general counsel di Boeing International. Prima di Boeing, Allen ha esercitato la professione legale a Washington ed è stato segretario dell’ex Segretario della Corte Suprema di Giustizia degli Stati Uniti, Anthony Kennedy.

Sir Michael Arthur, 68 anni, attuale presidente di Boeing Europa e managing director di Boeing Inghilterra e Irlanda, sarà il successore di Allen in qualità di presidente di Boeing International. Il cambiamento sarà effettivo il 22 aprile.

Come presidente di Boeing International, Arthur entrerà nel Consiglio Esecutivo –primo cittadino non americano a entrare nel gruppo – e riporterà a Muilenburg. Arthur sarà a capo della strategia globale aziendale e delle operazioni corporate fuori dagli Stati Uniti, sovrintendendo a 18 uffici regionali in mercati globali chiave. Arthur manterrà l’ufficio a Londra e Arlington.

“Sir Michael Arthur è una voce autorevole sulle questioni internazionali ed è stato fondamentale nell’aiutare Boeing a diventare un’azienda più globale negli ultimi anni”, ha commentato Muilenburg. “Grazie alle conoscenze e alle relazioni che ha sviluppato nel corso di decenni, la nomina di Sir Michael ai nostri ranghi più elevati accelererà ulteriormente il nostro progresso per diventare leader non solo nell’aerospazio, ma campioni industriali globali”.

Prima di entrare in Boeing nel 2014 Arthur, cittadino britannico, ha trascorso trent’anni nel servizio governativo internazionale con il British Diplomatic Service of the Foreign Commonwealth Office, compreso il ruolo di ambasciatore inglese in Germania e alto commissario britannico in India.

John Slattery, 50 anni, attuale presidente e amministratore delegato di Embraer Commercial Aviation ed executive vice president di Embraer S.A., è stato nominato presidente e amministratore delegato della joint venture per l’aviazione commerciale e servizi tra Boeing ed Embraer. Questa posizione è soggetta alla nomina formale da parte del Consiglio di Amministrazione della joint venture dopo la chiusura dell’accordo. Una volta approvata, Slattery riporterà ad Allen in qualità di presidente del board della nuova azienda.

Slattery è entrato in Boeing nel 2011 come senior vice president responsabile del customer finance, degli asset e della gestione del rischio. Nel 2016 è stato eletto presidente e amministratore delegato di Embraer Commercial Aviation ed executive vice president di Embraer S.A. Prima di Embraer, ha svolto per 15 anni ruoli nell’advisory dell’aviazione commerciale, del leasing e delle organizzazioni bancarie.

(Tratto da boeingitaly.it)

By |2019-03-21T07:14:03+02:0021 Marzo 2019|Air News, Costruttori|

Airbus consegna a easyJet il primo A320 dotato di FANS-C

Airbus ha consegnato a easyJet il primo A320 equipaggiato con tecnologia FANS-C*. Nell’ambito del programma di ricerca europeo SESAR (Single European Sky ATM Research) sulla gestione del traffico aereo (Air Traffic Management – ATM), questo aeromobile – e gli altri che seguiranno – prenderanno parte al progetto guidato da Airbus dal nome “Dimostrazione dei miglioramenti della gestione del traffico aereo generati dalla condivisione delle informazioni sulla traiettoria iniziale 4D” (Demonstration of air traffic management improvements Generated by 4D Initial Trajectory Information Sharing – DIGITS), che dimostrerà la condivisione dei dati di traiettoria previsti di un aeromobile con il sistema di controllo del traffico aereo (Air Traffic Control – ATC).

La tecnologia FANS-C permetterà ai vettori di ottimizzare le traiettorie dei propri aeromobili, rendere più fluidi i flussi di traffico e gestire più facilmente la velocità degli aeromobili, consentendo di risparmiare carburante e ridurre il rumore. In particolare, la condivisione delle traiettorie previste con i controllori ATC consentirà un regolare sequenziamento degli aeromobili in avvicinamento e nell’area terminale di controllo (Terminal Maneuvering Area).

“Siamo molto lieti di essere il primo vettore a ricevere la nuova tecnologia FANS-C sui nostri aeromobili Airbus e di poterla testare concretamente nella dimostrazione SESAR. La nostra prima esperienza pratica indica già come questa tecnologia prometta di essere un fattore importante per incrementare l’efficienza, la sicurezza e la puntualità delle nostre operazioni, specialmente nel congestionato spazio aereo europeo”, ha dichiarato Hugh McConnellogue, Group Head of Network Operations di easyJet.

“Desideriamo congratularci con easyJet per la consegna del primo aeromobile Airbus equipaggiato con FANS-C, che segna l’inizio di questa dimostrazione su larga scala della condivisione della traiettoria iniziale 4D in tutta Europa. Siamo orgogliosi di guidare il progetto SESAR e di supportare la gestione del traffico aereo nel rispondere all’incremento dei volumi di traffico, migliorando nel contempo la sicurezza, e di contribuire a generare un impatto ambientale positivo grazie a una maggiore efficienza del sistema di controllo del traffico aereo”, ha dichiarato Jean-Brice Dumont, Executive Vice President of Engineering di Airbus Commercial Aircraft.

A partire da oggi e fino a metà 2020, i sette vettori europei che partecipano a DIGITS equipaggeranno progressivamente con la tecnologia FANS-C fino a 100 aeromobili della Famiglia A320. La “Very Large Demonstration” (VLD) durerà oltre un anno e raccoglierà dati da oltre 20.000 voli commerciali, consentendo alle parti interessate di dimostrare i vantaggi di questa tecnologia durante le operazioni quotidiane.

Airbus, che apre la strada all’avvio della fase operativa di DIGITS e all’implementazione di questa tecnologia in Europa e a livello globale, nel novembre 2018 ha ottenuto la prima certificazione al mondo di avionica FANS-C 4D su un aeromobile commerciale – e la tipologia di aeromobile originale era la Famiglia A320. Inoltre, a completamento della tecnologia aerea FANS-C, i fornitori di servizi di navigazione aerea (Air Navigation Service Providers – ANSP) in tutta Europa svilupperanno la rispettiva strumentazione terrestre di controllo del traffico aereo.

*Nota: FANS-C è dotato di due componenti chiave: l’“Automatic Dependent Surveillance Contract” (ADS-C) e il “Controller-Pilot Data Link Communication” (CPDLC). L’ADS-C consente la trasmissione automatica o su richiesta all’ATC della traiettoria quadridimensionale prevista per il velivolo (3D + tempo), mentre il CPDLC facilita l’uplink digitale degli ordini e delle autorizzazioni dell’ATC. I vantaggi della tecnologia FANS-C includono: piani di volo più accurati, calcolo della traiettoria e processi di accettazione ottimizzati, migliore allineamento delle traiettorie pianificate dai vettori e dall’ATM, miglioramento delle previsioni del traffico aereo e potenziamento dei calcoli di domanda/capacità del network. I sette vettori che partecipano al programma DIGITS sono: Air France, British Airways, easyJet, Iberia, Novair, Thomas Cook e Wizz Air.

Per il funzionamento della tecnologia FANS-C a bordo di un aeromobile della Famiglia A320, è necessario un equipaggiamento che comprenda un nuovo router Data Link (ATSU), un sistema di gestione del volo (Flight Management System – FMS) aggiornato e display della cabina di pilotaggio compatibili con Data Link “DCDU”. La tecnologia FANS-C sarà disponibile inizialmente sulla Famiglia A320 e successivamente su tutti gli altri programmi Airbus.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-03-19T21:47:34+02:0019 Marzo 2019|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Boeing presenta il primo 777X completo

Mentre i riflettori sono puntati sul costruttore statunitense per i tragici fatti del volo ET302 operato con un 737MAX, che di fatto ha obbligato la stessa Boeing a mettere a terra tutti gli esemplari finora costruiti, a Everett veniva svelato in una presentazione solo per i dipendenti il nuovo 777X la cui matricola è N779XW.

Il nuovo aereo, ultima espressione di una fortunata serie che gira il mondo da 25 anni, ha una caratteristica che lo rende diverso da tutti gli altri velivoli costruiti finora; le wingtips piegabili.

Questa caratteristica permette di avere una maggiore larghezza dell’ala, ma, al contempo se piegate, di rientrare nella medesima categoria di larghezza del suo predecessore, il 777-300ER. Queste appendici pieghevoli sono alte ( o lunghe, dipende da che parte le si guardi…) 3,5 m. Ad ali aperte la larghezza dell’aereo misura ben 71,8 metri, mentre la lunghezza della variante -9X è di 76,7 metri. Per un paragone il 777-300ER è lungo 63,7 m e largo 60,9 m.

Oltre a questa novità assoluta c’è il debutto anche dei nuovi motori General Electric GE-9X, unica soluzione di motori per il 777-X, con un diametro di 440 cm completo. La spinta è stata dichiarata in 105.000 libbre, pari a 470kN.

Sono state pensate anche altre varianti del 777X, come la 777-8X (che verrà costruita) e la 777-10X (direttamente in competizione con l’A380, ma non ancora venduta). Per chi se lo potrà permettere, verrà anche costruita la variante BBJ (Boeing Business Jet), pensata per soddisfare tutte le esigenze di sceicchi e chi potrà sborsare diverse centinaia di milioni di dollari.

Gli ordini per il 777X sono finora 344, con Emirates che, come al solito, se ne prenderà la fetta più grande, 150 esemplari. Il cliente di lancio dovrebbe essere proprio Emirates, con Lufthansa, inizialmente primo cliente, che ha ridotto i suoi ordini in favore dell’A350.

(Foto di Boeing – testo di Fabio Zocchi) 

By |2019-03-15T13:09:29+02:0015 Marzo 2019|Air News, Costruttori|

Accordo tra Boeing e International Airlines Group per 42 aerei 777X

LONDRA,  28 febbraio 2019 – Boeing e International Airlines Group, la capogruppo di British Airways, hanno annunciato l’impegno della compagnia aerea all’acquisto di 42 aerei 777X, tra i quali 18 ordini e 24 opzioni. Il vettore si unisce così a un gruppo di compagnie aeree leader che hanno già scelto il 777-9, l’aereo che debutterà il mese prossimo come il più grande e più efficiente aereo passeggeri twin-engine al mondo. L’impegno, valutato fino a 18,6 miliardi di dollari a prezzi di listino, verrà inserito sul sito Boeing – Orders and Deliveries una volta concluso.

“Il nuovo 777-9 è l’aereo a lungo raggio più efficiente al mondo che porterà molti vantaggi alla flotta di British Airways. È il sostituto ideale del 747 e le sue dimensioni e il range saranno perfette per il network esistente del vettore”, ha commentato Willie Walsh, chief executive di IAG. “Questo aereo garantirà ulteriori risparmi e benefici ambientali con un incremento del 30% del costo carburante-posto a sedere rispetto al 747. Inoltre darà ai passeggeri un’esperienza di volo migliorata”.

British Airways sta modernizzando la sua flotta  – una delle più grandi nell’industria del trasporto aereo – per servire in modo più efficiente il suo network globale di rotte. Negli ultimi anni, la compagnia ha introdotto la super-efficiente famiglia del 787 Dreamliner per sostituire i suoi aerei widebody di medie dimensioni. Il nuovo 777-9 andrà a sostituire gli aerei widebody più grandi di British Aiways, in paricolare il jumbo jet 747 quadrimotore.

Con l’ordine del 777-9, British amplia il suo rapporto di lunga data con la popolare famiglia 777. Il vettore è uno dei maggiori operatori del 777, con una flotta di circa 60 di questi aerei long-range. Inoltre, l’anno scorso si è impegnata per altri quattro 777-300ER tramite un leasing operativo.

Il 777-9 è più grande e ha una cabina leggermente più ampia dell’attuale 777, e consente la possibilità di ospitare comodamente 400-425 passeggeri in una cabina standard a due classi. Il 777-9, alimentato dalle tecnologie del 787 Dremliner, con un’ala in composito totalmente nuova e altre caratteristiche migliorative, offre alle compagnie aeree il 12% in meno di consumo di carburante rispetto agli aerei concorrenti. Inoltre il 777-9 è in grado di volare più lontano rispetto ai suoi predecessori, con un range standard di 14.075 km.

Il 777X lancerà anche una cabina riprogettata che incorpora le famose caratteristiche e le nuove tecnologie del 787. Presentati recentemente online, gli interni del 777X sono dotati di finestrini più grandi, una cabina più spaziosa, una nuova illuminazione, un andamento di crociera stabile per i passeggeri, una migliore pressurizzazione della cabina, umidità e qualità del suono.

“British Airways è una delle compagnie aeree internazionali più rappresentative, che sta vivendo adesso i suoi 100 anni di collegamenti  in tutto il mondo grazie al suo impressionante network di rotte. Siamo onorati che British Airways abbia selezionato il 777X come parte della sua flotta per il prossimo secolo. Siamo entusiasti che il 777X, insieme al 787 Dreamliner, supporti British Airways nell’incrementare il suo eccezionale patrimonio”, ha dichiarato Kevin McAllister, president & CEO di Boeing Commercial Airplanes. “Il 777-9, in particolare, non ha competitor nella sua categoria, quando si parla di efficienza e prestazioni. È l’aereo perfetto per British per rendere efficienti le sue rotte a lungo raggio con una forte domanda di passeggeri”.

Grazie alla scelta di IAG e British Airways, il 777X raggiunge i 358 ordini e impegni da parte di otto clienti. La produzione del 777X è iniziata nel 2017 e il primo volo è programmato per quest anno, mentre la prima consegna è prevista nel 2020.

(tratto da BoeingItaly.it)

By |2019-03-01T07:03:14+02:001 Marzo 2019|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

Airbus cesserà la produzione del A380 dal 2021

Se dovessimo mettere sulla bilancia gli anni in cui sono stati in servizio e hanno solcato i cieli, avremmo già un vincitore indiscusso. Proprio mentre il Boeing 747 ha appena festeggiato il suo 50° compleanno, il suo concorrente diretto, l’Airbus A380, terminerà di essere costruito nel 2021 dopo soli 12 anni di servizio (il primo esemplare è stored a Tarbes – Lourdes).

Emirates ha infatti cancellato l’ordine di A380 fermandosi a 123 esemplari dai 162 originari, ma convertendoli in 40 A330-900 e 30 A350-900.

“Come risultato di questa decisione, non abbiamo un consistente arretrato di ordini  dell’A380 e quindi nessuna base per sostenerne la produzione, nonostante tutti i nostri sforzi di vendita con le altre compagnie aeree negli ultimi anni. Questo porta alla fine delle consegne dell’A380 nel 2021 “, ha dichiarato Tom Enders, Chief Executive Officer di Airbus. “Le conseguenze di questa decisione sono in gran parte incorporate nei nostri risultati per l’intero anno 2018”.

“L’A380 non è solo un risultato ingegneristico e industriale eccezionale. I passeggeri di tutto il mondo amano volare su questo grande aereo. Quindi l’annuncio di oggi è doloroso per noi e per le comunità dell’A380 in tutto il mondo. Tuttavia, tenete presente che gli A380 continueranno a vagare per molti anni a venire e Airbus continuerà naturalmente a supportare pienamente gli operatori dell’A380 “, ha aggiunto Tom Enders.

“L’A380 è il fiore all’occhiello di Emirates e ha contribuito al successo della compagnia per oltre dieci anni. Anche se ci rammarichiamo della decisione della compagnia aerea, selezionare l’A330neo e l’A350 per la sua crescita futura è una grande approvazione della competitività della nostra famiglia di velivoli widebody”, ha affermato Guillaume Faury, presidente di Airbus Commercial Aircraft e futuro CEO di Airbus. “In futuro, saremo pienamente impegnati a mantenere la fiducia che gli Emirati stanno acquisendo da tempo in Airbus”.

Airbus inizierà le discussioni con le sue parti sociali nelle prossime settimane per quanto riguarda le 3.000/3.500 posizioni potenzialmente interessate nei prossimi tre anni. Tuttavia, l’accelerazione in corso dell’A320 e il nuovo ordine widebody di Emirates Airline offriranno un numero significativo di opportunità di mobilità interna.

Aggiungiamo anche che, proprio settimana scorsa, anche Qantas ha cancellato il suo ordine per gli ultimi A380 che avrebbe dovuto ricevere, mantenendo e aggiornando internamente quelli già in flotta.

Siamo forse alla fine degli antieconomici quadrigetto, dato che, a discapito della longevità del progetto, anche il 747 non se la passa bene in quanto a ordini. Ma, almeno, il 747 può vantare una variante cargo che tiene in piedi il progetto.

By |2019-02-14T13:03:04+02:0014 Febbraio 2019|Air News, Compagnie aeree, Costruttori|

L’Airbus A220 ottiene l’approvazione da Transport Canada per operazioni ETOPS 180 minuti

L’ultimo aeromobile entrato nella famiglia di aeromobili commerciali Airbus, l’A220, in data 14 gennaio 2019 ha ricevuto l’approvazione da parte dell’autorità canadese per l’aviazione civile, Transport Canada per le operazioni ETOPS* da 180 minuti. Questa certificazione apre la strada ai clienti dell’A220 per avviare nuove rotte dirette, senza restrizioni sulle rotte transatlantiche o verso aree remote o sottoservite.

“La certificazione ETOPS per l’A220 si aggiunge alle numerose prestazioni già offerte dalla Famiglia A220, ad oggi ineguagliate”, ha dichiarato Florent Massou, responsabile del programma A220 di Airbus.

“Essendo l’unico aeromobile in produzione della sua categoria in grado di eseguire sia l’approccio ripido che le operazioni a lungo raggio, l’A220 offre senza dubbio nuove opportunità di rotta per i vettori”, ha aggiunto Rob Dewar, Head of Engineering and Customer Support del programma A220.

L’A220 è il primo aeromobile commerciale a ottenere la certificazione ETOPS a livello nazionale da parte di Transport Canada. Questa funzionalità è disponibile come opzione per gli operatori dell’A220-100 e dell’A220-300, e consentirà loro di coprire distanze fino a 180 minuti di volo dall’aeroporto di diversione più vicino.

L’A220 è l’unico aeromobile progettato per il mercato degli aeromobili da 100 a 150 posti; offre un’efficienza senza pari in termini di consumi di carburante e il comfort di un widebody in un aeromobile a corridoio singolo. L’A220 unisce aerodinamica all’avanguardia, materiali avanzati e motori turbofan di ultima generazione PW1500G di Pratt & Whitney, in grado di offrire una riduzione dei consumi di carburante del 20% per poltrona rispetto agli aeromobili di generazioni precedenti. Con un’autonomia fino a 3.200 mn (5.920 km), l’A220 offre le prestazioni di un aeromobile a corridoio singolo più grande.

Con un portafoglio ordini di oltre 537 aeromobili ad oggi, l’A220 possiede tutte le credenziali per fare la parte del leone nel mercato degli aeromobili da 100 a 150 posti.

Per approfondire:

La certificazione ETOPS raggruppa un insieme di regole inizialmente introdotte dalla International Civil Aviation Organization (ICAO) a metà degli anni ’80, per consentire operazioni commerciali con aeromobili bimotore su rotte oltre i 60 minuti di volo dall’aeroporto più vicino, che in precedenza erano operate solo da aeromobili con più di due motori. Queste regole, ora chiamate dall’ICAO “EDTO” (Extended Diversion Time Operations), sono state progressivamente riviste per consentire l’utilizzo degli aeromobili per voli di 180 minuti o più da un aeroporto di diversione.

(Agenzia di stampa TT&A)

By |2019-01-18T12:57:44+02:0018 Gennaio 2019|Air News, Costruttori|
Load More Posts